Record di problemi al velodromo di Montichiari: l’emorragia di denaro non si ferma

"Ogni giorno si scopre un nuovo problema, i ragazzi della nazionale di Paraciclismo però ora possono allenarsi alla giusta temperatura".

Record di problemi al velodromo di Montichiari: l’emorragia di denaro non si ferma
Montichiari, 24 Gennaio 2020 ore 11:00

Record di problemi al velodromo di Montichiari: l’emorragia di denaro non si ferma.

Il caso

Ha riaperto faticosamente i battenti il Velodromo che ha accolto la settimana scorsa la nazionale di Paraciclismo, giunta ad allenarsi nella struttura monteclarense in preparazione ai mondiali su pista che si terranno a Milton, in Canada, dal 30 gennaio. A darne notizia è stato lo stesso sindaco Marco Togni che così ha commentato dalla sua pagina facebook l’evento: «Dopo tutti i controlli di sicurezza necessari che ho richiesto e dopo un anno e mezzo di fermo, in settimana è stato riacceso il riscaldamento al velodromo non senza difficoltà. Ogni giorno si scopre un nuovo problema, i ragazzi della nazionale di Paraciclismo però ora possono allenarsi alla giusta temperatura». Nonostante la ripresa delle attività sportive, dunque, la gestione del velodromo appare ancora come un susseguirsi infinito di problemi e una continua emorragia di denaro pubblico che sembra non arrestarsi mai. L’articolo completo in edicola con MontichiariWeek e GardaWeek.

TORNA ALLA HOME