LA VIOLENZA

Raid contro i capannoni di caccia: devastazione a Cazzago

Tra sabato e domenica vandalizzati oltre una decina di capanni con frasi gravissime

Raid contro i capannoni di caccia: devastazione a Cazzago
Sebino e Franciacorta, 12 Ottobre 2020 ore 10:22

Raid contro i capannoni di caccia: devastazione a Cazzago.

E’ stato un fine settimana che passerà alla storia a Cazzago San Martino, dove un sedicente gruppo animalista ha preso di mira e distrutto una dozzina di capannoni adibiti alla caccia, nella notte tra sabato 10 e domenica 11 ottobre.

Tra Calino e Borgonato

Tra Calino e Borgonato di Corte Franca, i vandali hanno distrutto, divelto, vandalizzato e sporcato con violenza inaudita i capannoni utilizzati dai cacciatori come basi di appoggio per le battute (legali) organizzate spesso nei fine settimana. Liberati tutti gli uccelli da richiamo, hanno distrutto le gabbie, divelto le porte e creato scritte minacciose con le classiche bombolette spray.

Firmato “Animal Liberation Front”

Si tratta di un episodio non isolato, accaduto meno di un anno fa a Montorfano e firmato dal «Animal Liberation Front», un gruppo di sedicenti animalisti che hanno dimestichezza con i raid vandalici, come dimostrato questo fine settimana.

Denuncia contro ignoti

I cacciatori hanno sporto denuncia contro ignoti e si sentono minacciati dal gruppo anonimo: tra le gravi scritte presenti sul posto anche «Oggi il capanno, domani la tua testa» e un manichino con un cappio appeso al collo per una vicenda agghiacciante che sembra avere pochissimo a che fare con i veri animalisti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia