TRAVAGLIATO

Quarant'anni dopo torna a casa il crocifisso: viene accolto con benedizione e un nuovo dipinto

Pochi giorni fa la benedizione alla presenza del sindaco Renato Pasinetti, l'assessore Simona Resconi, don Tino Decca e dei cittadini.

Quarant'anni dopo torna a casa il crocifisso: viene accolto con benedizione e un nuovo dipinto
Cronaca Bassa, 23 Luglio 2021 ore 15:48

Punto di riferimento per generazioni di travagliatesi, era sparito improvvisamente quasi quarant’anni fa facendo ritorno alla sua sede originale solo pochi giorni fa.

Quarant'anni dopo torna a casa il crocifisso: viene accolto con benedizione e un nuovo dipinto

Si tratta del crocifisso della santella ospitata in contrada Mancapane.
Proprio lì, in via Crocifisso, i membri della comunità erano soliti recarsi per pregare, confidarsi, parlare con il simbolo sacro o con gli altri fedeli per lenire i propri pensieri.
Erano tempi di carestia, guerre e picchi di mortalità infantile quando fu posto a dimora e la gente trovava rassicurazione nel rivolgere i propri intenti e speranze all’icona cristiana per antonomasia.
Così per decenni, superando anche il secolo.
Fino ad arrivare al 1984, quando dalla sera alla mattina se ne perse traccia.

Grazie alle operazioni di ricerca della presidente dell'associazione Mosaico Mariateresa Scalvini e alla collaborazione dell'Amministrazione comunale e del nuovo parroco don Tino Decca il crocifisso è stato ritrovato e ricollocato nella sua sede originale con soddisfazione e gaudio dei cittadini.
Ed è ricomparso, così, avvolto da un nuovo splendore grazie alla cura di numerosi volontari hanno ristrutturato la nicchia, decorandola con un meraviglioso glicine disegnato.

Il servizio completo nell'edizione di ChiariWeek in edicola da oggi, venerdì 23 luglio.

Necrologie