Pusher ansioso pizzicato dai carabinieri

Un goffo spacciatore albanese alle prime armi

Pusher ansioso pizzicato dai carabinieri
03 Novembre 2017 ore 16:13

Una preda relativamente facile per i carabinieri di Manerbio che hanno arrestato un albanese per spaccio di droga. Infatti, durante la perquisizione, l’uomo sudava freddo e quindi non è stato difficile capire la ragione della sua agitazione.

L’episodio

Lo spacciatore è stato pizzicato intorno alle 22 di giovedì quando i militari, guidati dal maresciallo Daniele Trevisani, hanno controllato un’autovettura Mercedes Classe C sospetta. Il veicolo era parcheggiato vicino a un locale pubblico con a bordo tre cittadini albanesi. Nel corso del controllo, accertato il comportamento ansioso di uno dei tre occupanti, i carabinieri hanno perquisito prima il veicolo e poi le persone, rinvenendo sei dosi di cocaina.

Estesa la perquisizione anche nell’abitazione è stato recuperato un bilancino di precisione e altra sostanza stupefacente per un totale di 6 grammi.

Pusher alle prime armi

L’uomo, un 37enne di nazionalità albanese di casa a Ghedi, incensurato e nullafacente, è stato arrestato in flagranza del reato ai sensi dell’articolo 73 comma 5 sulla detenzione ai fini di spaccio di cocaina.

L’atteggiamento particolarmente ansioso dovuto, come ha ammesso lo straniero, al fatto di essere alle prime armi nel mondo dello spaccio, ha così tradito il goffo pusher. L’albanese è stato accompagnato al comando della stazione di Manerbio e successivamente al tribunale di Brescia. Terminata l’udienza è stato convalidato l’arresto e, in attesa del processo, l’uomo è tornato in libertà.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve