Cronaca
Triste vicenda

Punto da uno sciame di vespe (o calabroni), per lui non c'è stato nulla da fare

Uno shock anafilattico la probabile causa del decesso.

Punto da uno sciame di vespe (o calabroni), per lui non c'è stato nulla da fare
Cronaca Valli, 20 Luglio 2022 ore 11:06

Una terribile vicenda che ha come vittima un uomo di Darfo Boario Terme.

La vittima

Una vicenda non ancora del tutto chiara quella che nel pomeriggio di lunedì 18 luglio 2022 ha visto come tragico protagonista Alessandro Barni, 53enne di Darfo Boario Terme, trovato morto in un campo a Ceratello di Costa Volpino, probabilmente per shock anafilattico dopo essere stato punto da uno sciame di vespe o calabroni.

Tracce di sangue

Come riportato da PrimaBergamo, Barni si sarebbe recato nell’abitazione di un conoscente da dove si sarebbe poi allontanato in stato confusionale con l’intenzione di raggiungere a piedi le frazioni basse di Costa Volpino (Ceratello è in altura). Lungo la strada da lui percorsa, una vecchia mulattiera, sono ancora visibili alcune chiazze di sangue di cui però non si capisce l’origine: forse si era ferito sul percorso, o a casa del conoscente.

Una tragica fine

Poi si sarebbe imbattuto in un nido di vespe (o calabroni): ha cercato di ripararsi dietro a una siepe, ma senza successo. Pare che sul corpo avesse centinaia di punture. Un residente della zona ha sentito le sue urla e ha chiamato i soccorsi. Barni gestiva insieme alla sorella un’impresa di pulizie.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie