Pugni e calci ai Carabinieri, 18enne finisce in manette

Nella fuga aveva gettato un sacchetto di hashish

Pugni e calci ai Carabinieri, 18enne finisce in manette
Bassa, 23 Aprile 2019 ore 17:40

Pugni e calci ai Carabinieri, 18enne finisce in manette

Pugni e calci ai Carabinieri, arrestato 18enne

Ieri pomeriggio, lunedì, i Carabinieri della stazione locale hanno proceduto all’arresto di un 18enne, cittadino italiano di origine marocchina residente a Roccafranca, studente, per lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La pattuglia era impegnata in un servizio perlustrativo nel centro orceano, quando ha notato il giovane, già noto all’ufficio per i suoi trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti, mentre camminava via Marconi. Alla vista dei militari, il ragazzo ha tentato di fuggire e nascondersi in un parcheggio interrato, dopo essersi disfatto di un sacchetto di cellophane che, recuperato, risultava contenere grammi 21 di hashish, poi sequestrata.
Il ragazzo ha cercato di non farsi fermare dai militari, prima dando in escandescenze fino ad arrivare ad aggredire i componenti dell’equipaggio con pugni e calci, prima di essere immobilizzato.

L’arresto

Il 18enne è stato dichiarato in stato di arresto per le ipotesi di reato indicate, su disposizione del P.M. è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima. Il Tribunale di Brescia, dopo aver convalidato l’arresto nella tarda mattinata di oggi, martedì, ha applicato all’ imputato la misura cautelare del divieto di dimora in Orzinuovi e l’obbligo di presentazione quotidiana alla Stazione Carabinieri competente per territorio, in attesa di giudizio.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia