l'accordo

Protocollo d'intesa tutela risorse pubbliche: la firma di Gdf, Ats Brescia e della Asst bresciane

L'obiettivo è quello appunto di tutelare le risorse pubbliche anche connesse al Pnrr

Protocollo d'intesa tutela risorse pubbliche: la firma di Gdf, Ats Brescia e della Asst bresciane
Pubblicato:

Protocollo d'intesa tutela risorse pubbliche: la firma di Gdf, Ats Brescia e della Asst bresciane.

Risorse pubbliche anche connesse al Pnrr

Il protocollo d'intesa a tutela delle risorse pubbliche, anche connesse al Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) è stato firmato da Guardia di Finanza, Ats Brescia e dalle Asst (Spedali Civili, Franciacorta e Garda).

La finalità perseguita

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Brescia, l’Agenzia di Tutela della Salute di Brescia, l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale degli Spedali Civili di Brescia, l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Franciacorta e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale del Garda hanno siglato un protocollo d’intesa con l’obiettivo di implementare la reciproca collaborazione e garantire un adeguato presidio di legalità a tutela delle risorse pubbliche, anche connesse al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, al Piano Nazionale per gli investimenti complementari al PNRR e ai programmi cofinanziati dai fondi strutturali dell’Unione Europea.

I firmatari del protocollo d'intesa

L’accordo, siglato dal Comandante Provinciale - Col. t.ST Francesco Maceroni, dal Direttore Generale dell’ATS Brescia - Dott. Claudio Vito Sileo, dai Direttori Generali delle ASST firmatarie - Dott. Luigi Cajazzo, Dott.ssa Alessandra Bruschi e Dott.ssa Roberta Chiesa:

- si inserisce nell’ambito della cornice del Protocollo Quadro d’intesa stipulato da Regione Lombardia e Comando Regionale della Guardia di Finanza nel settembre del 2022;  - muove dalla consapevolezza che l’efficacia complessiva del sistema di monitoraggio e controllo richieda la più stretta sinergia tra le Amministrazioni, nelle attività di rispettiva competenza.

"Il Protocollo disciplina lo scambio informativo al fine di rafforzare il sistema di prevenzione delle condotte eventualmente lesive degli interessi economici e finanziari pubblici connessi alle misure di sostegno e/o di incentivo e alle erogazioni - hanno spiegato i firmatari -  Si favoriranno mirate attività di formazione, promuovendo e organizzando incontri e iniziative didattiche, volte alla specializzazione del personale impiegato nelle attività di rispettiva competenza, anche nell’ottica di agevolare lo scambio di esperienze maturate nei diversi settori di interesse".

In evidenza un'immagine d'archivio.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali