Menu
Cerca

Profughi, dopo le ispezioni, gli sgomberi

Profughi, dopo le ispezioni, gli sgomberi
Cronaca 12 Dicembre 2016 ore 10:44

Mentre amministratori e cittadini si interrogano sulla ripartizione dei profughi nella Bassa si palesa il problema legato alle condizioni igienico sanitarie. A Carpenedolo e Isorella dall’esito delle ispezioni dipenderà lo sgombero di due fabbricati destinati ad ospitare i richiedenti asilo. Al massimo dieci le persone ospitabili nella struttura di Isorella e non oltre 20 come invece risultato dai sopralluoghi.

Caso analogo a Carpenedolo, dove unmese fa il Comune e i carabinieri durante le ispezioni, avevano riscontrato un alto livello di degrado. Anche qui i gestori erano i medesimi.

Anche qui, l'ordinanza è di sgombero.

La road map punta ad una distribuzione proporzionale che comprende anche i paesi che si oppongono alla politica di accoglienza. Su 205 Comuni, sono solo 90 quelli che ospitano i richiedenti asilo. Mappatura ancora incerta, soprattutto dopo la crisi di governo, che potrebbe aver rallentano le operazioni di distribuzione.

Secondo il nuovo Piano di ridistribuzione profughi varato dall’esecutivo dimissionario, Montichiari che conta oltre 25 mila abitanti, potrebbe accogliere fino a un massimo di

75 rifugiati,ovvero 3 per ogni mille residenti. Quasi la metà dunque dell’attuale. Nel frattempo la Croce Rossa ha organizzato un sopralluogo nell struttura dove i profughi sono attesi in questi giorni.


Necrologie