Menu
Cerca

Primo intervento alla sp69 sul Chiese

Primo intervento alla sp69 sul Chiese
Cronaca 15 Gennaio 2017 ore 12:22

Dopo molti tentativi la caparbia frazione di Mezzane è riuscita a portare la sua voce fino in Provincia ottenendo un primo intervento concreto sul ponte che sovrappassa il fiume Chiese delimitando i confini con Carpenedolo.

Già nel 2013 il Comitato di frazione aveva sollevato la condizione critica della struttura in un incontro con Maria Teresa Vivaldini, allora assessore ai lavori pubblici della Provincia di Brescia, conclusosi con un nulla di fatto.

Ma non ha certo perso la speranza e la determinazione, anzi, con insistenza in questi anni ha chiesto ascolto per tutti quei cittadini che ogni giorno transitano sulla Sp69 «Calvisano-Carpenedolo», una strada che presenta non poche problematiche.

Fino all’ultima richiesta protocollata a novembre in cui i portavoce della frazione hanno sollecitato la Giunta comunale a «portare con forza nelle sedi opportune lo stato allarmante delle condizioni del ponte».

"Prima di tutto la carreggiata è troppo stretta. Spesso alcuni mezzi voluminosi come i camion o gli autobus per il trasporto degli studenti sono costretti a fare retromarcia e aspettare che gli altri veicoli liberino la strada – ha illustrato Luciano Zeni, presidente del comitato di frazione-  Inoltre la ringhiera di protezione che dovrebbe mantenere in sicurezza il ponte è seriamente danneggiata, arrugginita e in alcuni punti addirittura sollevata. Impossibile stare tranquilli".


Necrologie