Porto fucile ad uso caccia: sei revoche e una sospensione nel bresciano

I fatti avvenuti a Capovalle sono stati realizzati con il coinvolgimento di 6 bresciani e un trentino. gli animali sono stati trovati in un fienile.

Porto fucile ad uso caccia: sei revoche e una sospensione nel bresciano
15 Dicembre 2018 ore 19:01

Prosegue l’attività di controllo venatorio della Polizia Amministrativa della Questura di Brescia. Alcuni giorni fa, infatti, si è proceduto a 6 revoche e una sospensione di licenze porto fucile uso caccia.

Già in precedenza erano stati denunciati sette bracconieri, responsabili di aver ucciso una femmina di capriolo e del suo cucciolo utilizzando munizioni rigorosamente vietate.

Porto fucile ad uso caccia: sei revoche e una sospensione nel bresciano

I fatti, avvenuti qualche mese fa nel territorio montano di Capovalle con il coinvolgimento di 6 bresciani e un trentino, sono stati individuati dai poliziotti in un fienile dopo aver finito di macellare i suddetti animali.

L’attività degli agenti, impegnati nei controlli durante il periodo venatorio, è volta a garantire non solo il rispetto della normativa che regola quest’attività ma anche tutto ciò che riguarda i profili della sicurezza pubblica.

Dopo la segnalazione della Polizia Provinciale, il Questore ha disposto un’istruttoria sui precedenti dei sette e sulla gravità dei fatti contestati, attività che ha portato a revocare e sospendere la validità dei titoli di polizia.

Inoltre, è stata disposta dal Questore della Provincia di Brescia ed eseguita sempre da personale della Divisione P.A.S.I. della Questura, nella mattinata di ieri, la sospensione per trenta giorni della licenza della Trattoria “Bivio” di Edolo, in quanto durante un controllo della Stazione Carabinieri Forestali di Vobarno, nella cucina del locale, sono stati individuati due spiedi contenenti esemplari di avifauna protetta insieme a carne di altri animali allevabili.

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve