Polfer: tra Natale e Capodanno 11 arresti nelle stazioni e sui treni

Gli agenti dal 18 dicembre al 6 gennaio hanno identificato 10.115 persone di cui tratte in arresto11 e indagate in stato di libertà 187.

Polfer: tra Natale e Capodanno 11 arresti nelle stazioni e sui treni
07 Gennaio 2020 ore 16:46

Polfer: tra Natale e Capodanno 11 arresti nelle stazioni e sui treni lombardi. A Brescia è stato arrestato un 29enne che, dai controlli effettuati, è risultato ai domiciliari.

Polfer: tra Natale e Capodanno 11 arresti nelle stazioni e sui treni

Durante le festività il Compartimento Polfer per la Lombardia ha svolto la propria attività di controllo all’interno delle stazioni e sui treni per garantire la sicurezza dei viaggiatori e al fine di prevenire e contrastare i fenomeni delittuosi e di degrado in ambito ferroviario, soprattutto durante periodi particolari dell’anno, come Natale e Capodanno, caratterizzati da importanti flussi di viaggiatori. In particolare, sono stati incrementati i servizi di polizia finalizzati alla prevenzione dei reati con maggiore riguardo al contrasto dell’attività predatoria, per mezzo di servizi straordinari di controllo del territorio in ambito ferroviario nelle principali stazioni della regione.

Grazie a tale dispositivo i poliziotti della Specialità, dal 18 dicembre al 6 gennaio, hanno identificato 10.115 persone di cui tratte in arresto11 e indagate in stato di libertà 187. L’attività ha riguardato inoltre 1.412 i servizi di vigilanza negli scali ferroviari e 505 i servizi di scorta treni viaggiatori per un totale di 1.208 treni scortati, 95 i servizi anti borseggio e 5 i pattuglioni straordinari organizzati, 7 i minori rintracciati e 47 le contravvenzioni elevate ai sensi del Regolamento Polizia Ferroviaria.

La Polizia Ferroviaria di Brescia ha eseguito la misura dell’arresto nei confronti di un cittadino marocchino di 29 anni, in quanto, dal controllo in banca dati, è risultato essere evaso dalla misura degli arresti domiciliari. Accompagnato presso gli Uffici per i controlli di rito, è stato poi condotto presso la locale Casa Circondariale.

TORNA ALLA HOME PAGE

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia