Pirata della strada si costituisce alla polizia

Pirata della strada si costituisce alla polizia
26 Ottobre 2016 ore 18:17

Il telefono del comando dei vigili di Asola ha squillato attorno alle 19:30 ieri sera. Una telefonata tanto attesa quanto sorprendente. Dall’altra parte della cornetta un avvocato ha avvertito i vigili di parlare a nome del proprio assistito: il conducente della vettura che stavano cercando di rintracciare da due giorni attraverso lo specchietto che la stessa aveva perduto durante l’impatto.

“Tra mezz’ora siamo da voi con il mio assistito che ha deciso di costituirsi” queste le parole del legale che non ha tardato a recarsi presso la caserma con il giovane ragazzo di 27 anni. Ragazzo che lo scorso sabato ha investito con la sua Audi A3 il giovane bengalese che procedeva con la sua bicicletta lungo la strada, causandogli la perdita di un arto inferiore.

“Mi dispiace, ma non avevo proprio visto il ciclista e non mi sono accorto di nulla” questa è la risposta del 27enne alla domanda dei poliziotti ma a poco è servito. Immediatamente è stato denunciato per omissione di soccorso e per fuga, rischiando fino a tre anni di reclusione, oltre alle possibili e probabili querele da parte della vittima. Niente arresto quindi, al momento, per il giovane fuggitivo ma solo la sospensione della patente.

Sul web l’indignazione è diventata ormai virale e vi si possono trovare i commenti più svariati su questa vicenda, da semplice critiche a insulti veri e propri con l’utilizzo di un linguaggio molto forte e pesate. Quindi carcere o no per il giovane pirata si prospettano tempi veramente bui.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia