Cronaca
Palazzolo sull'Oglio

Piovono calcinacci in chiesa: urge un restauro

E’ sempre più preoccupante la situazione della parrocchiale di Santa Maria Assunta.

Piovono calcinacci in chiesa: urge un restauro
Cronaca Sebino e Franciacorta, 10 Settembre 2022 ore 10:06

Non è la prima volta per la parrocchiale di Santa Maria Assunta che, già da diversi mesi, ha visto alcune delle proprie aree transennate a causa del cedimento di calcinacci e stucchi. Nei giorni scorsi, però, don Paolo Salvadori, parroco della comunità di Palazzolo, si è trovato alle prese con l’ultimo di una lunga serie di problemi strutturali della chiesa.

Piovono calcinacci in chiesa: urge un restauro

«Partiamo da lontano - ha raccontato don Paolo - Da anni le condizioni della copertura di Santa Maria Assunta sono compromesse. Tuttavia, la parrocchia non ha mai avuto le disponibilità economiche per far fronte ad un problema così grande. Fino all’anno scorso, quando, dopo gli interventi al Santuario della Madonnina, si è capito che la decisione non era più rinviabile».

Il progetto di restauro, redatto dall’architetto Stefano Barbò, specialista in Beni architettonici e del paesaggio, e dagli ingegneri Carlo Bonari e Francesco Rota che, come sottolineato dal parroco, operano a titolo gratuito con la supervisione della Soprintendenza ai Beni artistici e culturali di Brescia, è stato stimato intorno a un milione e 225 mila euro.

Una cifra impressionante, ma don Paolo si dice fiducioso: «Dall’11 novembre a oggi, abbiamo raccolto 330 mila e 700 euro. In meno di un anno fanno ben sperare. Inoltre, il giugno scorso, la Soprintendenza ha dato l’autorizzazione per la detrazione del 19% sulle offerte fatte da privati e la deduzione dai redditi d’impresa. Un incentivo e infatti, qualcosa si è mosso».

Nel frattempo, però, le condizioni del tetto per il caldo, gli sbalzi di temperatura, le piogge, sono andate peggiorando, sempre di più. Fino a una notte di fine agosto, quando si sono staccati altri calcinacci e stucchi dalla volta.
«Dobbiamo intervenire. Ipotizziamo di iniziare i lavori nei primissimi mesi del 2023, ma tutto dipenderà dalle risorse a disposizione. Ci aspettiamo che anche le istituzioni partecipino alla salvaguardia di questo monumento che è, forse, il più significativo di tutto Palazzolo. Per il santuario, il bilancio di partecipazione è stato positivo», ha proseguito il parroco.

Il sostegno

Il contributo dei cittadini giocherà un ruolo fondamentale: la prossima settimana, porta a porta, verrà consegnata una piccola brochure, già reperibile online sul sito www.parrocchiepalazzolobs.it, realizzata, con l'aiuto, gratuito, di alcuni grafici, in favore della campagna SOSteniamo il recupero della Chiesa Santa Maria Assunta.

«Tutta l'azione pastorale di parrocchie e oratori viaggia con una bella risposta e sensibilità. - ha confidato il sacerdote - Certo, per me, responsabile di quattro parrocchie, a cui si aggiungerà a ottobre San Pancrazio, è un bell'impegno, ma sono circondato da professionisti e tecnici eccezionali. Questa è la mia forza».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie