Cronaca
FINANZIAMENTO

Piano regionale prevenzione: è la bresciana Tironi ad annunciare gli obiettivi della Lombardia

Un finanziamento di 45 milioni e 310 mila euro aggiuntivi, rispetto alle risorse previste per i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), sarà dedicato esclusivamente alle attività di prevenzione inserite nel piano.

Piano regionale prevenzione: è la bresciana Tironi  ad annunciare gli obiettivi della Lombardia
Cronaca 16 Febbraio 2022 ore 10:47

Grazie all'emendamento della vicepresidente della Commissione Sanità al Pirellone, sarà resa gratuita la vaccinazione anti-HPV per le donne over 25.

Piano regionale prevenzione: è la bresciana Tironi ad annunciare gli obiettivi della Lombardia

La vicepresidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale Simona Tironi ha commentato con soddisfazione l’approvazione da parte dell’aula del piano regionale per la prevenzione 2021/2025, per il quale la stessa forzista è stata relatrice.

Attraverso un suo emendamento, infatti, Regione Lombardia potrà compiere un concreto passo in avanti verso l’obiettivo di eliminare i tumori da papillomavirus e sarà la prima regione d’Italia ad adottare formalmente gli obiettivi sanciti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Commissione Europea per eliminare i tumori da HPV entro il 2030.

Il progetto

Nel concreto, oltre alle ragazze e ai ragazzi nel dodicesimo anno di età, anche le donne che compiono 25 anni potranno accedere gratuitamente alla vaccinazione anti-HPV, prevenendo efficacemente il carcinoma della cervice uterina e altri cancri correlati al papillomavirus.

Il diritto alla gratuità, inoltre, non decadrà in caso di adesione ritardata, ma permarrà senza limiti d’età.
Il piano muove dall’indagine relativa al profilo Salute ed equità e dall’Analisi di contesto, condotte alla luce dell’influenza e degli effetti della pandemia da Covid-19.
Inoltre si struttura sulla base del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP), il quale individua sei
macro-obiettivi:

  • malattie croniche non trasmissibili
  • dipendenze da sostanze e comportamenti
  • incidenti domestici e stradali
  • infortuni e incidenti sul lavoro
  • malattie professionali
  • ambiente, clima e salute
  • malattie infettive prioritarie

Da questi macro-obiettivi vengono declinate tutte le azioni conseguenti attraverso programmi di attuazione
specifici e strutturati.

Novità

“Fra le novità inserite nel Piano Regionale di Prevenzione, la prima riguarda la possibilità di attivare interventi domiciliari di supporto post parto, quindi prevenzione della depressione, counselling motivazionale e di stili di vita dei genitori – ha sottolineato Simona Tironi - Saranno affrontate le tematiche del consumo di alcool, fumo di tabacco, attività fisica e promozione della salute per quanto riguarda i genitori, e promozione della salute nelle fasi precoci di vita del neonato, con
interventi integrati con il percorso di presa in carico individuale”.

Un’altra azione importante inserita grazie a un ordine del giorno proposta da Tironi è l’estensione a tutta la popolazione residente in Lombardia di una campagna di screening dell’Epatite C al fine di
permettere l’emersione completa dei casi sommersi e raggiungere, ancora una volta come prima regione in Italia, l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di eradicazione della malattia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie