Cronaca
su chiariweek

Pensogiovane: ecco tutte le foto dei premiati dell'Ambito Oglio Ovest

Il Covid non ferma le idee e anche il Pensogiovane diventa in versione online

Pensogiovane: ecco tutte le foto dei premiati dell'Ambito Oglio Ovest
Cronaca Bassa, 05 Febbraio 2021 ore 18:00

di Federica Gisonna

Nonostante la pandemia, sono stati presentati 30 progetti che hanno coinvolto 112 ragazzi residenti nei Comuni dell'Ambito Oglio Ovest. Venerdì sera le particolarissime premiazioni.

Pensogiovane: ecco tutti i progetti dell'Ambito Oglio Ovest

Il Coronavirus non ferma le idee e la creatività e, soprattutto quando ci sono di mezzo i ragazzi e tante persone di buona volontà, tutto passa in streaming... e il divertimento è assicurato.
Venerdì sera, Gibi Volpi, ha presentato la versione online delle premiazioni del bando PensoGiovane promosso dall’Ambito Oglio Ovest ed, è inutile negarlo, l’appuntamento è stato incredibile anche grazie agli amministratori, gli educatori (fondamentale è stata anche la Cooperativa Sana), gli assistenti sociali e i dipendenti degli uffici comunali che si sono prestati per raggiungere i protagonisti direttamente a casa (e in completa sicurezza) per consegnare gli assegni da 2.000, 1.000 e 800 euro.

Il bando offre ai giovani l’opportunità di scoprire le proprie capacità, abilità e competenze in vista delle sfide professionali (e non solo) chiamandoli a presentare dei progetti in differenti tematiche: creatività, tecnologia, start up e relazioni d’aiuto. I progetti presentati sono stati 30 e hanno coinvolto ben 112 ragazzi (suddivisi in Under 18 e Over 18) di Comuni di Chiari, Rovato, Coccaglio, Rudiano, Castelcovati e Roccafranca. Questi sono stati valutati dalla giuria composta da Alessandro Bellini, referente dell’ufficio di Piano, Giulia Pedersoli (psicologa), Marco Le Monache (professore liceale), Simone Agnetti (referente Diocesi e oratorio) e Stefano Laffi (sociologo e ricercatore). Proprio come le premiazioni, anche l’elaborazione si è svolta in modalità telematica e l’impegno, da parte di tutti, è stato massimo.

Un po’ come in «C’è posta per te», venerdì, gli amministratori e consiglieri comunali (Chiara Facchetti, Domenico Codoni, Maurizio Libretti, Emanule Arrighetti, Monica Lupatini, Eugenio Fossati, Simone Agnelli, Elena Belleri, Fabiana Valli, Emma Delfrate, Clara Podavite, Nicola Facchi e il sindaco Marco Franzelli con la Giunta) si sono messi in gioco per consegnare gli assegni mentre dalla «sala regia», Volpi ha presentato i progetti e tenuto le fila della serata.
Non sono mancati gli interventi del sindaco Massimo Vizzardi, che ha spiegato come quest’anno sia stato deciso che tutti i progetti, an che quelli non sul podio, fossero premiati con 800 euro («è importante coltivare i propri sogni e progetti, inoltre grazie anche a coloro che hanno reso possibile anche la realizzazione di tutto ciò»), e del presidente dell’Ambito, Fabiana Valli (anche vicesindaco di Castelcovati) che ha rimarcato la necessità di credere nei sogni dei più giovani e aiutarli affinché si realizzino.

«Ringrazio tutti i ragazzi che si sono messi in gioco - ha spiegato la Valli - Si sono reinventati e hanno lavorato in questo lockdown».
In tempo per il coprifuoco delle 22 si sono svolte le consegne: i primi 23 assegni sono stati consegnati in bianco e i ragazzi hanno poi potuto aggiungere la cifra degli 800 euro mentre per quanto riguarda la classifica, gli Over 18 sono stati premiati con 2.000 euro e gli Under con 1.000.
Al primo posto è arrivato il progetto «Il Museo Naturale» seguito da «Graffiti Lp», «La cooperativa sociale» e «Street Art in the City» mentre, per l’altra categoria, podio per «Un videogioco allo Spazio», «Street’s boys» e «Il Rifugio».

30 foto Sfoglia la gallery

 

Necrologie