Passa la pasta, aiutate 15 famiglie palazzolesi in difficoltà

Con il cibo non scodellato delle mense scolastiche il Comune, con il supporto di numerosi volontari, ha aiutato adulti e bambini.

Passa la pasta, aiutate 15 famiglie palazzolesi in difficoltà
Sebino e Franciacorta, 15 Luglio 2019 ore 14:56

Dieci di queste famiglie sono italiane.

Passa la pasta, aiutate 15 famiglie palazzolesi in difficoltà

Si è concluso per il sesto anno consecutivo, in concomitanza con la chiusura dell’anno scolastico 2018-2019, il progetto “Passa la pasta”,ideato nel 2013 dall'attuale Amministrazione Comunale di Palazzolo sull’Oglio e promosso e coordinato dall’Assessorato al Commercio e allo Sport e dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione.Per questo anno scolastico (190 giorni), 15 sono state le famiglie che hanno potuto usufruire di pasti gratuiti: di cui 10 italiane, per un totale di 21 persone, soprattutto adulti (19 adulti e 2 bambini), e 5 straniere, per un totale di 20 persone, in questo caso soprattutto minori (9 adulti e 11 minori). Il totale annuo di pasti distribuiti è stato di 7.790, pasti che sarebbero finiti tra i rifiuti e che invece vengono recuperati dando un aiuto concreto e fondamentale a chi ha davvero bisogno, il tutto senza alcun costo per la collettività. “Passa la pasta” infatti è un progetto finalizzato al recupero del cibo non scodellato nelle mense scolastiche cittadine e rimasto integro, da distribuire a persone in condizioni di disagio; cibo che diversamente verrebbe smaltito come rifiuto.

I volontari e la ditta coinvolti

Diversi sono stati come sempre i soggetti coinvolti a diverso titolo, che hanno reso possibile il progetto: oltre all'Amministrazione Comunale e ai propri Uffici Comunali, la ditta Euroristorazione srl incaricata per la gestione del servizio di preparazione e distribuzione dei pasti nelle mense scolastiche cittadine, l’Associazione Cor Unum, onlus di riferimento del progetto, nonché i volontari di altre Associazioni locali che nelle cinque giornate di funzionamento del servizio si sono alternati: Croce Rossa sez. femminile, San Vincenzo, Caritas, Banca del tempo, Anche io nel terzo millennio e altri volontari non appartenenti ad alcuna Associazione. A coordinare il progetto Enrico Strabla.

Il commento dell'assessore

"Sono molto soddisfatta per come procede il progetto Passa la Pasta, a dimostrazione che risponde ai bisogni, che purtroppo sono ancora presenti, di molte famiglie e persone in difficoltà soprattutto italiane - ha commentato l'assessore al Commercio, Alessandra Piantoni - Soggetti che spesso si trovano privi o carenti delle risorse necessarie ad assicurare il soddisfacimento dei bisogni primari. Senza dimenticare inoltre che in questo modo non viene sprecato del cibo, che se non distribuito, sarebbe destinato ad essere buttato. Per questo ringrazio sentitamente il referente del progetto per conto dell’Associazione Corunum, Enrico Strabla, tutti i volontari delle associazioni che con il loro impegno e il loro saper fare rete hanno reso possibile il mantenimento di questo importante progetto, la società Euroristorazione, ditta che ha in gestione il servizio mensa scolastica, che ci ha da subito  appoggiati, l’Ufficio Servizi Sociali, nella persona di Lorena Giordani, che in collaborazione con le assistenti sociali del Comune, segnala le famiglie che necessitano del servizio".

 

Necrologie