Chiari

Partiti i lavori per la realizzazione del Polo della secondaria (e non solo)

Un appalto molteplice per un investimento di oltre 12 milioni di euro. Il sindaco Massimo Vizzardi: «La volontà dell’Amministrazione è di continuare a lavorare per far crescere la nostra città».

Partiti i lavori per la realizzazione del Polo della secondaria (e non solo)
Cronaca Bassa, 02 Aprile 2021 ore 10:40

Nascita del nuovo polo delle Secondarie e ampliamento di quello delle Primarie; ma anche realizzazione del più grande parcheggio della città e la riqualificazione della scuola Toscanini.

Partiti i lavori per la realizzazione del Polo della secondaria (e non solo)

Come da programma, martedì 23 marzo alle 8 del mattino sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuova scuola. Opere che, all’interno della gara d’appalto, comprendono ben quattro interventi. Un appalto molteplice per un investimento di oltre 12 milioni di euro (il più consistente mai messo in opera a Chiari): quasi 10 milioni di corrispettivo per l’impresa che si è aggiudicata l’assegnazione in una gara omnicomprensiva, con il duplice vantaggio non solo di avviare questa annunciata stagione di ampliamenti, ma anche di strappare un ottimo prezzo per le casse pubbliche (con un ribasso di quasi due milioni di euro). Senza contare che, come sempre, anche in questo caso il Comune potrà contare sul finanziamento sia del Ministero dell’Università e della Ricerca, sia del Ministero delle Finanze.

Gli interventi

L’appalto nel suo complesso è articolato in quattro diversi interventi.
In primis, la realizzazione dei nuovi fabbricati che andranno a definire il polo delle Secondarie, con due nuove palestre (comprese le opere di demolizione della vecchia palestra, in classe energetica G). Queste palestre saranno omologate Coni per lo spettacolo, con nuove tribune e spogliatoi. Un ampliamento straordinario: basti pensare che il solo spazio coperto per lo sport passa da 634 a 1.542 metri quadrati.

Inoltre, verranno edificati ben 25 nuovi spazi per la didattica: ovvero, aule e laboratori; la mensa, la biblioteca, l’agorà, il civic center, l’auditorium, la piazza, l’archivio scolastico, la serra didattica, le ciclabili, spazi esterni e arredo incluso. Ma non solo.
Nello stesso lotto sono stati inseriti anche i lavori per il completamento del polo delle Primarie. I lavori (iniziati l’8 marzo) hanno interessato due aree.

La prima è la zona sopra la vecchia mensa: qui verranno realizzati due nuovi piani di aule che rappresenteranno l’hub tecnologico della scuola. Infatti, è qui che avranno sede i laboratori scientifici e tecnici a disposizione degli studenti delle primarie. Mentre la seconda area interessata dai lavori sarà quella dell’attuale segreteria: l’ampliamento trasformerà gli spazi nella segreteria unica dell’intero Istituto Comprensivo della città di Chiari. Inoltre, il percorso di accesso alla scuola dal lato Mellini verrà coperto e l’intero fronte sul pubblico viale cambierà notevolmente.

Sempre nel lotto è prevista anche la riqualificazione della scuola media Toscanini, con l’adeguamento antisismico, la riqualificazione energetica in classe A4, la realizzazione della centrale fotovoltaica e dei nuovi pozzi geotermici per assicurare il bilancio energetico pari a zero: l’ennesimo edificio comunale che abbandona il metano e si appresta a vivere con la sola energia del sole. E infine, sempre in questo lotto è prevista la realizzazione del più grande parcheggio della città, con oltre 350 nuovi stalli di sosta in una zona che ne è da sempre completamente sguarnita: ovvero quella dell’ex scuola Turla, di cui verrà avviata la demolizione dei quattro edifici che la compongono non appena ultimati i lavori del lotto che garantisce la costruzione dei nuovi spazi didattici nelpolo scolastico di via Roccafranca.

I commenti

«La volontà della nostra Amministrazione è di continuare a lavorare per far crescere la nostra città: nonostante le difficoltà date dalla pandemia, con una buona organizzazione e tanta volontà stiamo mantenendo i ritmi e gli obiettivi che ci siamo dati - ha dichiarato il sindaco Massimo Vizzardi - Questo nuovo investimento punta su chi cambierà in meglio la società di domani: i giovani e gli studenti. Inoltre, con lo stesso intervento andremo a migliorare il centro storico e la viabilità in generale con la creazione di un nuovo parcheggio: insomma, Chiari si dimostra di nuovo eccellenza del territorio e ne siamo molto soddisfatti».
E ancora: «Proprio in questi giorni i nostri studenti torneranno in classe, con la profonda speranza che questa ripartenza possa essere l’ultima di quest’anno scolastico - ha commentato l’assessore all'Edilizia Scolastica, Emanuele Arrighetti - Noi continuiamo a lavorare affinché la nostre scuole siano quel luogo di accoglienza e di eccellenza che i nostri allievi si meritano: l’avvio del cantiere del Polo delle Secondarie va proprio in questa direzione».
Infine, è intervenuto il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici. «Questo è il più grande appalto della città, più grande di quello del Polo delle Primarie: grandi opere che miglioreranno in maniera straordinaria la vita degli studenti e l’intera nostra comunità - ha concluso Maurizio Libretti - Come sempre manteniamo i nostri impegni e i nostri obiettivi, e lo facciamo in maniera green: infatti, anche questo edificio sarà costruito in modo da essere Nzeb, cioè a impatto energetico quasi nullo, a tutto vantaggio dell’intera collettività».

Necrologie