Montichiari

Parte il servizio “Una biblioteca alla finestra”

Leggere ai tempi del Coronavirus

Parte il servizio “Una biblioteca alla finestra”
Montichiari, 09 Novembre 2020 ore 12:11

La biblioteca comunale di Montichiari ha ideato un nuovo servizio per rispondere all’esigenza di lettura dei monteclarensi.

Parte oggi a Montichiari il servizio “Una biblioteca alla finestra”

La biblioteca comunale di Montichiari ha ideato un nuovo servizio per rispondere all’esigenza di lettura dei monteclarensi: si chiama “Una biblioteca alla finestra” e parte oggi, lunedì 9 novembre, grazie alla collaborazione fornita dall’Assessore alla Cultura Angela Franzoni che rappresenta il principale ‘sponsor’ di questa iniziativa.

Le dichiarazioni del vice sindaco

È un progetto interessante – afferma Franzoni – grazie al quale desideriamo offrire agli utenti e in particolare agli studenti un servizio fondamentale per la loro attività. Non si capisce perché le librerie debbano rimanere aperte e le biblioteche, che espletano un ruolo altrettanto prezioso, non possano attivarsi in qualche forma al fine di promuovere studio e lettura senza dimenticare la funzione terapeutica di quest’ultima”. 

Come prenotare

Il servizio riguarda esclusivamente i volumi di proprietà dell’ente monteclarense e non quelli del sistema bibliotecario. I diversamente abili saranno agevolati e potranno attendere fuori dall’ingresso di piazza San Rocco, sempre su appuntamento, per restituire e consegnare i libri. L’iniziativa andrà ‘prenotata’ tramite email all’indirizzo biblioteca@montichiari.it o chiamando lo 030/9656325. Ma questa non è l’unica novità destinata ai monteclarensi: la biblioteca, sempre dal 9 novembre, amplia infatti il proprio orario di servizio per consentire a un numero maggiore di persone di usufruire dell’iniziativa. “Una biblioteca alla finestra” rimarrà attiva fino al 4 dicembre quando, salvo proroghe normative, sarà possibile riaprire la struttura.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia