Cronaca

Ozonoterapia infiltrativa ecoguidata: efficace contro cervicale e mal di schiena

Ozonoterapia infiltrativa ecoguidata: efficace contro cervicale e mal di schiena
Cronaca 24 Gennaio 2022 ore 08:30

L’infiltrazione ecoguidata con ozono paravertebrale o sacrale è un trattamento ambulatoriale di terapia del dolore. E' dedicato a chi soffre di cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, dolore sacrale, coccigodinia.
Questa tecnica infiltrativa prevede l’iniezione di ozono attraverso un ago nella zona da trattare, posizionato sotto guida ecografica per garantire la maggior precisione ed efficacia possibile.
Ne parliamo con il dottor Matteo Giannini, specialista in neurochirurgia, chirurgia vertebrale e chirurgia mini-invasiva del rachide, nonché ozonoterapeuta.

Chi può trarre beneficio dall’ozonoterapia infiltrativa ecoguidata?

Per chiunque soffra di dolore cervico dorso-lombare o voglia agire contro il dolore cronico, le infiltrazioni rappresentano un importante strumento terapeutico per curare le patologie dolorose del rachide, dovute a compressioni radicolari o protrusioni discali. Così come le patologie dolorose delle articolazioni su base atrosico-degenerativa.
Altri target terapeutici sono rappresentati dall’ernia del disco e da sciatalgie, che possono essere trattate con infiltrazioni di ozono.

Quali sono i vantaggi dell’approccio ecoguidato?

Un approccio ecoguidato implica la possibilità di raggiungere il bersaglio con precisione, riducendo l’ uso di farmaco e ottenendo una maggiore probabilità di guarigione.
La procedura non prevede radiazioni di alcun genere. Il supporto ecografico permette al medico di visualizzare le componenti anatomiche della colonna vertebrale. E agire con precisione attraverso l’iniezione di farmaci e molecole attive in corrispondenza o nelle immediate vicinanze delle strutture interessate dal processo patologico dalle quali origina il dolore (radici nervose, faccette articolari tra le vertebre, muscoli, strutture nervose…). Grazie alla procedura ecoguidata è possibile arrivare anche all’interno delle articolazioni interapofisarie (quelle tra le vertebre) con aghi piuttosto lunghi. Curandole nel modo più mirato possibile, raggiungendo la zona di infiammazione della radice nervosa.

Quali sono i benefici ottenuti dalle infiltrazioni?

I benefici sono numerosi. In particolare, le infiltrazioni consentono di ridurre il dolore, contrastare l’infiammazione e ritardare o sostituire il ricorso alla chirurgia.
Spesso bastano poche sedute, con efficacia elevata del trattamento (95-98%).
Va inoltre valutato il fattore temporale, poiché in presenza per esempio di dolore persistente o cronico piuttosto che acuto, oltre alla scelta del farmaco, la via di somministrazione fa la differenza. Grazie all’ozono, è possibile annullare l’uso di fans e/o cortisonici per il controllo dei sintomi, favorendo la guarigione senza chirurgia dove possibile.

Quali sono le proprietà benefiche dell’ozono?

L’Ozono è un gas dalla proprietà anti-infiammatoria. Essendo una molecola fortemente instabile, cattura tutti i radicali liberi dannosi che si sviluppano nel focolaio infiammatorio.
Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto nel trattamento dell’ernia discale lombare e/o cervicale, senza gli effetti collaterali indesiderati del cortisone. La miscela di Ossigeno-Ozono è anche alla base della cura delle malattie degenerative artritiche ed artrosiche. L’ozonoterapia infiltrativa ecoguidata ha poi il vantaggio di essere una terapia individuale, cioè adattabile alla singola persona e che viene modulata in base alle problematiche del singolo individuo. L’ozonoterapia, lo ricordiamo, è medicina ufficiale, è scientificamente accettata e validata.

In cosa consiste il trattamento?

Il trattamento è ambulatoriale, eseguito con con un ago da spinale sottile. Le iniezioni percutanee non necessitano d’anestesia locale e vengono eseguite con metodica ecoguidata. La procedura può essere effettuata solo da un medico, preferibilmente specialista. La seduta di ozono-terapia è di breve durata. Va ripetuta più volte in base al tipo e alla gravità della patologia.
La letteratura scientifica riconosce ampiamente all’ozono una efficacia terapeutica almeno pari a quella di altri trattamenti. Sottolineando sia la bassa incidenza di effetti collaterali dovuti all’azione propria del gas, sia quella di complicanze relative alla tecnica di applicazione, qualora vengano attuate da mani esperte e nel rispetto delle linee guida.

A chi rivolgersi?

La cosa importante e fondamentale è rivolgersi a un professionista esperto. Sul territorio, tra gli specialisti di riferimento, c’è il dottor Matteo Giannini. Al suo attivo ha oltre duemila interventi di chirurgia vertebrale strumentata e non, chirurgia mini invasiva del rachide, trattamento delle fratture e lesioni midollari post-traumatiche vertebrali. E interventi di craniotomia per traumi cranici, ematomi intracranici e neoplasie cerebrali.

Per informazioni il dottor Matteo Giannini è a disposizione dei pazienti presso il suo studio medico di via Cipro 1 a Brescia, tel. 338.6224437; UO Chirurgia Vertebrale Ospedale Pederzoli, Casa di cura privata di Peschiera del Garda; UO Orto.Spinale dell’Istituto Clinico S.Anna (Brescia); Poliambulatorio San Gregorio di via Ungaretti a Cologne (BS) tel. 030.7156761; Poliambulatorio Benacus Lab di via Adua 1 a Desenzano del Garda (BS) tel. 030.9141179; Ambulatorio Equilibrio in piazza Martiri della Libertà 13 a Salò (BS) tel. 0365.521766.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie