Cronaca
Scuola e pandemia

Occupazione del Palantonietti, insegnanti e decine di studenti contro il riallestimento dell'hub vaccinale

Una protesta che non può essere definita "No Vax" in quanto non contro i vaccini ma finalizzata ad esprimere il diritto all'istruzione.

Cronaca Sebino e Franciacorta, 01 Dicembre 2021 ore 15:04

Nel primo pomeriggio di oggi (mercoledì 1 dicembre) studenti e insegnanti dell'Antonietti di Iseo si sono mobilitati per dire no al riallestimento dell'hub vaccinale all'interno della Palantonietti, il palazzetto usato per le ore di educazione fisica. Una protesta, fanno sapere, che è sbagliato definire "No Vax" non essendo contrari alla vaccinazione ma organizzata per esprimere il diritto all'istruzione.

No ad un altro stop

Venerdì 26 novembre la scuola (che conta 66 classi e 1500 alunni) ha ricevuto la comunicazione secondo cui avrebbe dovuto lasciare una delle due palestre utilizzata in mattinata dalle classi per le ore di educazione fisica al fine di riallestire l'hub vaccinale dell'Asst Franciacorta che era stato chiuso il 15 ottobre. Una doccia fredda dopo lo stop forzato causa pandemia giunta proprio ora, quando da  più di un mese i ragazzi hanno potuto riprendere regolarmente le lezioni di educazione fisica in palestra. Ad essere raggiunti dalla comunicazione sia il preside Diego Parzani che il sindaco Marco Ghitti  dopo che Ats e Asst Francoacorta hanno chiesto alla Provincia di poter usare il palazzetto perché secondo loro non ci sono valide alternative per allestire in fretta l'hub data la massiva prenotazione di vaccini.

Insieme per trovare una soluzione

Da quel momento è partita la protesta da parte di studenti e degli insegnanti, specialmente quelli di educazione fisica. Ha preso il via inoltre un' interlocuzione tra il dirigente, primo cittadino, il  presidente dell'Ats Claudio Sileo, l'Asst Franciacorta, e la vice presidente della Commissione Sanità in Regione Simona Tironi affinché venga trovata una soluzione sia per gli studenti sia per il Basket Iseo, società storica sportiva iseana che si allena in questa palestra. I ragazzi si sono detti pronti a sgomberare se verrà trovata una soluzione alternativa.

Alternative al vaglio

Ieri (martedì 30 novembre) all'Antonietti si è tenuta un'assemblea con i rappresentanti delle varie classi, nel pomeriggio di oggi sono giunti i tecnici dell'Asst Franciacorta per montare e riallestire l'hub. I ragazzi si sono organizzati e stanno occupando il Palantonietti e il parcheggio in segno di protesta.  Il sindaco e il dirigente in accordo anche con il consigliere provinciale delegato all'Edilizia Scolastica Filippo Ferrari hanno trovato alcune alternative per i ragazzi che sono al vaglio e in particolare: fornire alla scuola dei pullman pagati dalla Provincia che trasportino i ragazzi in un'altra palestra a Monticelli per fare educazione fisica; oppure utilizzare una tenso struttura che al momento viene impiegata dal Tennis di Iseo con il pagamento del riscaldamento da parte della Provincia per sopperire alla mancanza degli spazi.

Non solo studenti, che ne sarà di Iseo Basket?

I rappresentanti di Iseo Basket si sono detti amareggiati per questa situazione: sono undici le squadre che si devono allenare per partecipare ai Campionati. Da ottobre ha inoltre preso il via la stagione pertanto  le difficoltà per la società (con più di 200 iscritti) sono tante. Per il Basket il comune sta vagliando un'altra soluzione e domani mattina (giovedì 2 dicembre) il vice sindaco Christian Quetti andrà ad Adro per un sopralluogo al palazzetto che al momento non è utilizzato e che quindi potrebbe diventare la nuova casa del Basket Iseo nei prossimi mesi. La promessa che è stata fatta sia al dirigente scolastico che al sindaco è stata quella di organizzare una riunione con tutti gli enti coinvolti dopo le festività natalizie per cercare una nuova collocazione per l'hub vaccinale. Il primo cittadino di Iseo aveva proposto la palestra comunale della frazione di Cremignane che però non è stata ritenuta idonea. Si era parlato del Centro Commerciale delle Torviere di Corte Franca ma sono emersi problemi con alcune attività commerciali lì presenti e quindi l'amministratore aveva dato il diniego. Si parlava poi del Centro Commerciale delle Porte Franche che però non può al momento essere disponibile.

7 foto Sfoglia la gallery

 

Necrologie