capriolo

Non si ferma all’Alt e fugge seminando il panico: aveva in auto eroina e coca

L'uomo al volante di una Seat Cordoba nera è fuggito a piedi sul Monte dopo aver fatto un incidente con altri due veicoli.

Non si ferma all’Alt e fugge seminando il panico: aveva in auto eroina e coca
Sebino e Franciacorta, 11 Agosto 2020 ore 15:18

Una Seat Cordoba nera intestata a un noto prestanome, segnalata tramite le telacamere del paese, doveva fermarsi all’Alt della Polizia Locale per un controllo di fronte alla sede del Comando degli agenti agli ordini del comandante Andrea Vilucchi. Ma l’uomo alla guida, che da Paratico proseguiva verso Palazzolo, ha cominciato ad accellerare per sfuggire alla Polizia ed è scattato l’inseguimento.

Non si ferma all’Alt e fugge seminando il panico: aveva in auto eroina e coca

E’ successo ieri, lunedì, alle 15 circa nel centro di Capriolo. Con manovre azzardate in mezzo al traffico della provinciale l’uomo ha seminato il panico per fuggire dagli agenti della Locale che lo stavano inseguendo dopo che non si era fermato per il controllo.

Dopo essersi immesso contromano nella rotonda delle Cinque vie, l’autista della Seat nera ha imboccato via Balladore, la strada che porta sul Monte, per poi scontrarsi in un frontale con due auto che stavano transitando proprio su quel tratto di strada in quel momento. Fortunatamente i conducenti dei due veicoli non sono rimasti feriti nello scontro.

L’autista della Seat Cordoba, sentendosi braccato dagli agenti e non potendo proseguire in auto, è riuscito a spaccare il finestrino del veicolo e si è dato alla fuga a piedi nudi fin sul Monte, facendo perdere le sue tracce. Gli agenti, a seguito della perquisizione della Seat, hanno recuperato 11 dosi di cocaina per un totale di 6 grammi e un involucro contenente 4 grammi di eroina. L’auto e le sostanze stupefacenti sono state poste sotto sequestro dalla Polizia Locale, che sta indagando per cercare di risalire all’uomo.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia