il caso

Non accetta il rifiuto e la perseguita per un anno: clarense denunciato per stalking

Si tratta della terza indagine per il cosiddetto Codice Rosso seguita dal comandante Luca Leone in meno di due mesi.

Non accetta il rifiuto e la perseguita per un anno: clarense denunciato per stalking
Sebino e Franciacorta, 04 Novembre 2020 ore 09:45

Vittima una donna di Coccaglio che, temendo per la propria incolumità, ha chiesto aiuto al Comando di Polizia locale del Montorfano. L’uomo dovrà rispondere dello stalking.

Non accetta il rifiuto e la perseguita: denunciato per stalking

Un 45enne di Chiari è stato denunciato da una donna di Coccaglio per stalking. L’uomo, da circa un anno, ha messo in atto comportamenti persecutori nei suoi confronti. Inizialmente questi comportamenti miravano ad attirare l’attenzione della donna per corteggiarla, ma poi, considerato il rifiuto della stessa a uscire con lui, l’uomo ha iniziato a imbrattare le vie e i muri di proprietà private offendendo il decoro della coccagliese.

Non solo, il 45enne ha poi cominciato a inviare messaggi diffamatori a parenti e amici della vittima, anche attraverso i social, allegando alcune videoregistrazioni che documentavano le attività di imbrattamento e la posa di oggetti di vario tipo fuori dalla porta di casa della coccagliese. La donna, temendo per la sua incolumità, ha deciso di raccontare al Comando del Montorfano quanto accaduto.

L’uomo, dopo essere stato rintracciato con la collaborazione della Polizia Locale della Città di Chiari, è stato deferito all’Autorità giudiziaria. Al momento è stato denunciato a piede libero e si rimane in attesa di eventuali provvedimenti.

“Purtroppo, su tutto il territorio nazionale, rimangono frequenti questi episodi di violenza e di persecuzione nei confronti delle donne – ha sottolineato il comandante, Luca Leone – L’invito alla cittadinanza è di denunciare episodi simili alle autorità territoriali di Polizia per evitare che certi comportamenti costringano a modificare le abitudini di vita delle vittime e generare stati d’ansia”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia