Menu
Cerca

Nel camper 23 chili di hashish

Cronaca 13 Maggio 2017 ore 16:10

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Verona hanno fermato G.F., pregiudicato 50enne di San Giovanni Lupatoto, al termine di un’attività d’indagine per il contrasto al traffico internazionale di stupefacenti che, condotta sotto la guida del P.M. Dott. Fabrizio CELENZA della Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia, coordinata dal Procuratore Aggiunto Dott. Adelchi D’IPPOLITO, nei giorni scorsi aveva consentito ai militari dell’Arma di intercettare un camper con un carico di 23 Kg di hashish proveniente dalla Spagna e di arrestare in flagranza il conducente del mezzo, M.P., un autista veronese di 48 anni.

I Carabinieri, che anche dopo aver effettuato la prima parte dell’operazione non avevano mai interrotto le loro ricerche, hanno localizzato l’uomo in serata a Buttapietra, nei pressi di un distributore di carburanti; egli aveva con sé la somma contante di circa 16.000 euro oltre a vari monili in oro e, sospettando che i militari dell’Arma (che pochi giorni orsono avevano sequestrato il grosso carico di “fumo”) fossero sulle sue tracce quale destinatario della consegna, era pronto a scappare per sottrarsi alla cattura. Per questo motivo è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e tradotto immediatamente nel carcere di Verona Montorio.

In realtà gli investigatori di via Salvo d’Acquisto avevano già acquisito, nel corso delle settimane precedenti l’operazione, importanti elementi per attribuire a G.F. precise responsabilità in ordine all’acquisto dalla Spagna dell’ingente quantitativo di droga. L’uomo infatti, già noto alle forze dell’ordine, aveva organizzato tutta l’attività relativa all’acquisto in territorio spagnolo dei 23 Kg di hashish, facendosi aiutare nella fase esecutiva da M.P., incensurato, che avrebbe più difficilmente destato sospetti alla guida del camper.

Per questo motivo, avuta notizia dell’arresto del proprio complice operato dai Carabinieri di Verona, era scomparso dalla circolazione e quando è stato fermato dai Carabinieri era pronto a partire.

I militari però, attraverso un’accurata attività d’indagine, condotta anche con l’aiuto di  sofisticati supporti tecnici, sono riusciti a localizzarlo in tempo e lo hanno immobilizzato mentre si muoveva a piedi all’interno dell’area di un distributore di carburanti di Buttapietra.

 Il fermo è stato poi convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Verona, Dott. Luciano GORRA, che ha ritenuto validi i forti indizi a carico dell’indagato rappresentati dal Dott. Francesco ROMBALDONI, P.M. della Procura della Repubblica di Verona.    

 


Necrologie