Menu
Cerca
OSPITALETTO/TRAVAGLIATO

Nasce a Brescia il progetto che sostiene le richiedenti asilo e l'agricoltura biologica

Da settembre arriverà anche l'orto etnico di Tecnica 38; nel frattempo i prodotti sono distribuiti attraverso il sistema dei Gas.

Nasce a Brescia il progetto che sostiene le richiedenti asilo e l'agricoltura biologica
Cronaca Bassa, 28 Maggio 2021 ore 13:23

Il neonato progetto "Mimosa" propone processi utili sia al benessere delle donne sia a quello dell’ambiente.

Nasce a Brescia il progetto che sostiene le richiedenti asilo e l'agricoltura biologica

Da oltre quarant’anni Comunità Fraternità è conosciuta sul territorio per essere accanto alle persone, supportandole con progetti di accoglienza, assistenza e protezione.
L’obiettivo, da sempre, è rendere responsabile e libero colui che viene aiutato, attraverso un percorso di conoscenza di sé (e delle proprie potenzialità) e di presa di coscienza della propria posizione.

A occuparsene in particolare modo Tecnica 38, nuovo servizio di Comunità Fraternità, sorto per far fronte a questi bisogni degli utenti in stato di svantaggio sociale o vulnerabilità che non sono accompagnati da alcun servizio territoriale.
A rendere ancora più peculiare l’impegno della cooperativa l’impegno nei confronti delle donne. Fraternità, infatti, fino a poco tempo fa si era occupata principalmente di accoglienza maschile; con il nuovo progetto "Mimosa"  si vogliono creare le condizioni affinché l’impegno a sostegno dell’occupabilità sia concreto e tangibile.

Funghi medicinali

Nel suo primo anno di sperimentazione ha già coinvolto quattro donne, interessate nella coltivazione di funghi medicinali, che con gradualità si stanno rendendo autonome al fine di uscire dal circuito assistenziale.

Una donna facente parte del progetto durante una fase produttiva (nel marsupio il suo bambino)

A partire dai metodi di semina e raccolto fino a quelli di smaltimento, l’idea è proporre prodotti freschi che fanno bene alla propria salute e a quella del pianeta un consumatore sensibile, contrastando la produzione e la distribuzione non etica.
A sostegno di questo ambizioso approccio, il fatto che la vendita dli paté e dei funghi sottolio (Pleurotus e in seguito Shiitake) confezionati avvenga unicamente attraverso i Gas (gruppo di acquisto solidali).

Il servizio completo nell'edizione di ChiariWeek in edicola da oggi, venerdì 28 maggio.

Necrologie