Montichiari, sesso con minori. Tonoli vuole il processo

Montichiari, sesso con minori. Tonoli vuole il processo
18 Giugno 2016 ore 02:25

Claudio Tonoli, il sieropositivo di 55 anni finito ai domiciliari lo scorso gennaio per avere avuto rapporti sessuali con minori che pagava e per tentate lesioni gravissime, è l’unico degli indagati ad aver scelto il dibattimento. Stando alla Procura, l’uomo avrebbe avuto rapporti volutamente non protetti con alcuni ragazzi (tra cui un minorenne) nascondendogli il fatto di essere affetto da Hiv. Sta di fatto che la decisione di Tonoli di non accedere a riti alternativi è stata la vera sorpresa dell’udienza preliminare.

Diverse, invece, le scelte degli altri indagati. Matteo Parenti, il portiere di notte coinvolto anche in un’altra indagine della Locale di Montichiari sempre per vicende di prostituzione minorile, e Orazio Rizzi hanno chiesto di patteggiare la pena. Ha optato infine per il rito abbreviato Michele Antonaccio, il quarto uomo coinvolto in questo procedimento: per lui il Pm Ambrogio Cassiani ha chiesto una condanna a 3 anni di reclusione e l’udienza è stata aggiornata al prossimo 30 giugno, giorno in cui il giudice dovrebbe pronunciarsi sui patteggiamenti e concludere l’abbreviato. Quel giorno sarà inoltre fissata la data di inizio del dibattimento per Tonoli, durante il quale potrebbero sfilare sul banco dei testimoni alcuni dei ragazzi con cui l’uomo si incontrava.


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia