Montichiari, la bandiera dell’UE spostata da quelle dell’Italia, del Comune e della Regione Lombardia

Il gesto simbolico vuole indicare il senso di abbandono che i sindaci italiani stanno vivendo nei confronti dell'Unione Europea.

Montichiari, la bandiera dell’UE spostata da quelle dell’Italia, del Comune e della Regione Lombardia
Montichiari, 31 Marzo 2020 ore 20:05

Presa di posizione netta da parte del Sindaco di Montichiari Marco Togni che questa mattina, prima di omaggiare con un minuto di silenzio le vittime di COVID-19, è salito in Municipio e ha deciso di spostare la bandiera dell’Unione Europea da quelle dell’Italia, del Comune e della Regione Lombardia.

Il gesto simbolico vuole metaforicamente indicare il senso di abbandono che i sindaci italiani stanno vivendo nei confronti dell’UE, rea di non dare risposte concrete e certe.

Le motivazioni di Marco Togni

“Questa mattina alle 8:00 i dipendenti del Comune hanno posto le bandiere a mezz’asta – ha scritto il Sindaco sulla sua pagina Facebook –  A metà mattina, guardandole dalla finestra del mio ufficio, però, riflettevo su quanto l’Europa dei popoli è in questo momento così distante da essi e come li abbia abbandonati e il senso di disappunto che è nato in me mi ha fatto alzare immediatamente dalla sedia.

Ho aperto la porta finestra e ho spostato di un metro la bandiera dell’Europa da quella dell’Italia, del Comune e della Regione Lombardia a significare la distanza che realmente c’è in questo momento.

Nella drammatica situazione sanitaria in cui ci troviamo e in quella economica nella quale già siamo entrati, abbiamo bisogno di risposte, certe e concrete a sostegno dei popoli. Per questo quella bandiera rimarrà li, distanziata dalle altre, finchè concretamente non cambierà l’atteggiamento dell’Unione Europea verso i cittadini di tutte le nazioni che la compongono.

Ci sarà sicuramente chi non approverà questo mio gesto. Non importa per è fatto nell’interesse di tutti i monteclarensi”.

Un gesto ripetuto da molti sindaci italiani

Molti fra i sindaci leghisti hanno ripetuto in forme più o meno simili il medesimo gesto; fra questi anche il primo cittadino di Grosseto,  Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che questa mattina ha addirittura rimosso dalla piazza della sua città la  bandiera della Ue.

TORNA A HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia