Michael Kiwanuka sul palco di Tener a mente al Vittoriale degli Italiani

Michael Kiwanuka il 24 luglio si esibirà sul palco vista lago dell'anfiteatro del Vittoriale degli Italiani nell'ambito del festival Tener-a-mente.

Michael Kiwanuka sul palco di Tener a mente al Vittoriale degli Italiani
Garda, 28 Gennaio 2020 ore 11:22

Michael Kiwanuka, venerdì 24 luglio  arriva per la prima volta sul palco vista-lago dell’Anfiteatro del Vittoriale per Tener-a-mente Festival.

Tra le voci più interessanti del panorama soul mondiale, paragonato ai giganti della musica come Gil-Scott Heron o Otis Redding, con numerose nomination, album ai vertici delle classifiche e hit note in tutto il mondo,  sul palco vista-lago dell’anfiteatro del Vittoriale con «Kiwanuka», il nuovo, celebratissimo disco pubblicato a ottobre.

Michael Kiwanuka, la quintessenza del soul

Soulman inglese dalle origini ugandesi Michale Kiwanuka rappresenta la quintessenza del soul, funk, jazz e rock psichedelico. Con una forte propensione per l’analogico, in un mondo attuale completamente incentrato sul digitale, Kiwanuka esordisce nel 2011 come opening per il tour di Adele, mostrando immediatamente una forte personalità che concilia chiari riferimenti alla black music e un occhio alla tradizione cantautorale folk-rock.
Da allora raccoglie un meritato successo dopo l’altro, aggiudicandosi nomination ai Brit Awards, MTV Europe Music Awards, Mercury Prize e BBC Music Awards. Autore di successi come «Cold Little Heart», colonna sonora della pluripremiata serie tv «Big Little Lies», l’artista ha pubblicato a ottobre 2019 il terzo disco di studio, «Kiwanuka». Registrato a New York, Los Angeles e Londra, con la produzione di Danger Mouse e Inflo, la stessa squadra del precedente e acclamato «Love & Hate» del 2016, «Kiwanuka» è un disco maturo e completo, pieno di aspettative e di presa di coscienza da parte dell’artista.

Tener -a -mente il Festival

Il Festival si svolge nell’anfiteatro del Vittoriale degli Italiani, in un contesto ricchissimo di storia, e nel suo meraviglioso parco, eletto nel 2012 «Parco più bello d’Italia». Un luogo sospeso tra arte, cultura, natura e bellezza.

Nelle prime sette edizioni ad essere ospitati sono stati i nomi più prestigiosi e interessanti della musica e dello spettacolo internazionale: Lou Reed, Ben Harper, Burt Bacharach, Keith Jarret, James Taylor, Joan Beaz, Damon Albarn, Paolo Conte, The National, David Byrne, Giorgio Albertazzi, Eleonora Abbagnato, David Larible, Patti Smith, Pat Metheny, Filippo Timi, Franco Battiato, Momix, New York City Ballet, Martha Graham Dance Company, Ludovico Einaudi, Stefano Bollani, Paul Weller, Steven Wilson, Arto Lindsay…
Nel 2015 Mario Biondi, artista italiano tra i più amati nel mondo, gira al Vittoriale il video di «Love is a temple», primo singolo dell’album «Beyond», disco d’oro in poche settimane. Il suo concerto al Festival del 12 luglio è stato ripreso in diretta radio e video su RTL. Nel 2016 è la volta di Enrico Ruggeri, che al Vittoriale ambienta il video de «Il volo su Vienna», ispirato all’impresa dannunziana.

Con 26mila spettatori, nel 2018 le presenze hanno confermato la crescita costante, essendo più che raddoppiate rispetto al 2010 e triplicate rispetto al 2009.  L’ indice medio di riempimento del teatro del 100%. L’85% dei biglietti è venduto online e viene acquistato da tutte le regioni d’Italia e da tutto il mondo: dal 2011 a oggi sono stati venduti biglietti in 56 Paesi, tra cui Germania, Austria, Regno Unito, USA, Francia, Belgio, Russia, Svizzera, Estonia, Thailandia, Australia, Argentina, Finlandia…

Salutato da GQ Italia come uno dei 5 Festival più maturi del Bel Paese, insieme a rassegne storiche come Umbria Jazz e il Festival dei Due Mondi di Spoleto, per ciascuna edizione di Tener-a-mente sono oltre 600 i ritagli stampa su testate nazionali di grande diffusione, televisive, radiofoniche, cartacee e online.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve