Maxi sequestro della Guardia di Finanza

Circa seimila i prodotti sequestrati

Maxi sequestro della Guardia di Finanza
Brescia, 25 Dicembre 2018 ore 12:09

Seimila prodotti privi di etichettatura: ammonta a tanto l'entità del maxi sequestro della Guardia di Finanza di Brescia effettuato nei confronti di tre esercizi commerciali

Il maxi sequestro

Con l’arrivo delle festività, la Guardia di Finanza di Brescia ha intensificato i controlli nei confronti di alcuni esercizi commerciali che pongono in vendita, in prevalenza, prodotti di origine non comunitaria. E, in particolare, sono stati individuati tre esercizi commerciali della città, di cui due gestiti da soggetti di etnia africana e uno da un soggetto di etnia cinese. L’attività ispettiva condotta dai militari del Gruppo di Brescia ha consentito di rinvenire circa 6.000 prodotti privi di etichettatura, specificatamente prevista dal codice del consumo, idonea a consentire al consumatore finale di verificare la provenienza e la denominazione merceologica del prodotto, l’eventuale presenza di materiali impiegati per la produzione che possano nuocere alla sua salute, all’ambiente ed alle cose e le modalità e le precauzioni di impiego. I controlli hanno anche consentito di rinvenire circa 200 capi di abbigliamento, per adulti e
bambini, con un’etichettatura riportante le indicazioni della composizione fibrosa degli stessi non conforme alla Direttiva comunitaria di settore.

Gli esiti dell'operazione

La merce rinvenuta, priva dei menzionati requisiti, è stata sottoposta a sequestro in quanto potenzialmente rischiosa per la salute, la sicurezza e l’incolumità dei consumatori. Con l’approssimarsi del Natale e l’incremento delle vendite che usualmente si registra in questo periodo, la soglia di attenzione delle Fiamme Gialle sulla sicurezza dei prodotti, già ordinariamente alta, è stata ulteriormente innalzata a tutela dei consumatori e degli imprenditori che operano nel rispetto delle norme vigenti.

Necrologie