Cronaca
Bassa

Marito e moglie "no vax" pretendono l'esenzione dal vaccino, all'hub si scatena il caos

La coppia è stata denunciata per interruzione di pubblico servizio.

Marito e moglie "no vax" pretendono l'esenzione dal vaccino, all'hub si scatena il caos
Cronaca Bassa, 11 Febbraio 2022 ore 12:33

Pretendevano di farsi firmare dal medico vaccinatore dell’hub di Ospitaletto un'esenzione che permettesse loro di scaricare la certificazione verde e quindi riprendere a lavorare. A finire nei guai per interruzione di pubblico servizio è stata una coppia di coniugi no vax over 50 di Travagliato, che martedì 8 febbraio nel pomeriggio ha generato non poco scompiglio al centro vaccinale di via Padana Superiore, tanto da rendersi necessario l'intervento dei carabinieri.

Richiesta l'esenzione dal vaccino

Erano le 13.30 circa quando è stato richiesto l'aiuto dei militari. La coppia, dopo essersi presentata con l'intento di fare la vaccinazione, che dall'1 febbraio è obbligatoria per tutti coloro che hanno più di 50 anni, pena l'impossibilità di recarsi al lavoro e di andare al ristorante, o nei luoghi di cultura e non solo, quando si è trovata di fronte al medico dell'Hub ha cominciato a pretendere un'esenzione scritta, così da poter scaricare il green pass senza vaccinarsi. La donna, classe 1968, supportata dal marito (di un anno più anziano) che le dava man forte, ha cominciato ad alzare i toni nei confronti della dottoressa che, dopo aver cercato invano di riportare la situazione alla tranquillità, in ultima istanza ha chiamato il 112.

Dall'hub alla caserma

La Centrale operativa della Compagnia di Chiari ha mandato sul posto una pattuglia della Sezione radiomobile. All'arrivo dei militari i coniugi continuavano a pretendere l'esenzione dal vaccino senza una motivazione sanitaria valida. La coppia, infatti, voleva il documento per non doversi sottoporre alla somministrazione del farmaco antivirale e, allo stesso tempo, poter tornare a lavorare. Dato che non volevano uscire dal Centro vaccinale e non hanno fornito le generalità ai carabinieri, sono stati accompagnati in caserma per essere identificati e denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e rifiuto di fornire le generalità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie