Cronaca
Cordoglio

Lutto per la scomparsa di Renato Buila

Nel 1990 il trasferimento a Porto Venere.

Lutto per la scomparsa di Renato Buila
Cronaca Brescia, 31 Agosto 2022 ore 08:57

Comunità in lutto per l'improvvisa scomparsa di Renato Buila.

Un grande vuoto

Per anni è stato titolare del bar Tosio in città, molto frequentato dai bresciani negli anni '70 e '80. Classe 1954, è ricordato per il suo carattere solare e la sua mai venuta meno disponibilità. Nel 1990 si era trasferito a Porto Venere dove viveva con la moglie e le figlie. L'ultimo saluto lunedì 29 agosto 2022.

I ricordi di chi lo ha conosciuto

"Con lui abbiamo condiviso gli anni spensierati dell'Altaluna di Portovenere e con la sua gentilezza e il sorriso ha conquistato la nostra simpatia. Era sempre pronto allo scherzo e alla battuta nonostante che il destino non fosse stato altrettanto gentile con lui. Con Renato se ne va un altro magnifico attore della nostra storia. Ciao Rena, fai buon viaggio.".

"Renato Buila ci ha lasciato, in silenzio. Artigiano Artista, bravissimo nel plasmare l’argilla. Creava oggetti unici nella sua bottega da ceramista celebrata dalla stampa internazionale. Veniva da Brescia, ma da sempre innamorato di Porto Venere dove aveva costruito la sua vita. Prima la discoteca, punto di riferimento per tutti noi negli anni ‘80, poi la pizzeria nel carugio, un format innovativo che in tanti hanno provato a imitare, poi la ‘Bottega di Rena’. Uomo buono e generoso, marito e padre esemplare, imprenditore capace e intelligente, dalla battuta pronta e con un sorriso per tutti. Impegnato nel volontariato, in prima linea nello spendersi per gli altri, e ancora di più dopo il dolore per la scomparsa della figlia Caterina. Per noi un punto di riferimento che aiutava a guardare un po’ più in là. Tutta la Confartigianato si stringe attorno alla sua famiglia. Un abbraccio forte a Francesca e Agnese, una Preghiera per Renato".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie