VAL TROMPIA

Lumezzane “piazza fiorente della droga”, arrestato l’ottavo bersaglio dei carabinieri

Un indagine durata mesi e che ha visto l'impegno dei militari.

Lumezzane “piazza fiorente della droga”, arrestato l’ottavo bersaglio dei carabinieri
Cronaca Valli, 20 Febbraio 2021 ore 14:42

La brillante operazione si è conclusa nel pomeriggio di ieri. Sono otto le persone che in totale sono state arrestate.

Arrestato l’ottavo bersaglio dei carabinieri

Lumezzane si conferma una delle piazze più fiorenti per lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti per quanto riguarda i comuni presidiati dagli uomini e donne in uniforme che fanno capo alla Compagnia dei Carabinieri di Gardone Val Trompia.

Negli ultimi quattro mesi sono state ben 7 le persone arrestate dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della citata Compagnia, per altrettanti illeciti episodi riguardanti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti avvenuti proprio nel centro valgobbino. Ed è nel pomeriggio di ieri, venerdì, che ancora i Carabinieri del Norm di Gardone Val Trompia centrano un ulteriore bersaglio con la loro attività di indagine, portando ad 8 il numero delle persone arrestate per “droga” nel comune di Lumezzane nel già citato quadrimestre.

Il compione si ripete

Il copione si ripete: viene monitorato l’utente finale dell’illecita filiera che poi condurrà al suo fornitore, che anche questa volta agiva illegalmente dall’interno della nella propria abitazione. I militari appostati all’esterno dell’abitazione del soggetto, un 48enne disoccupato noto per le sue precedenti condanne, attendono che il cliente, un operaio trentenne del posto, esca per fermarlo e perquisirlo, trovandogli indosso la dose di cocaina che sarebbe servita a solennizzare l’inizio del tanto atteso weekend di riposo. L’immediata perquisizione nell’abitazione del pusher consentirà di rinvenire circa una ottantina di grammi di cocaina ed un centinaio di hashish, una bilancina elettronica di precisione e qualche centinaio di euro frutto di precedenti illecite cessioni. L’arrestato è stato portato alla Casa Circondariale di Brescia su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Brescia in attesa della convalida del suo arresto, disposta nella giornata odierna dal competente Giudice per le indagini Preliminari.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli