Riapertura

L’ufficio postale di Calcinato è pronto alla riapertura: sportelli aperti dal 25 maggio

La data della riapertura è fissata al 25 maggio, per il Postamat manca ancora una tempistica per la riattivazione

L’ufficio postale di Calcinato è pronto alla riapertura: sportelli aperti dal 25 maggio
23 Maggio 2020 ore 10:38

La riapertura dell’ufficio postale di via Solferino a Calcinato è sempre più vicina, i vertici di Poste Italiane confermano infatti la data del 25 maggio, mentre per il Postamat manca ancora una tempistica per la riattivazione. Dopo mesi di richieste, e in alcuni casi anche di lamentele, l’ufficio del capoluogo è pronto a riaprire i battenti per tornare ad offrire servizio ai cittadini.

Postamat ancora in standby per ora

Mentre per il punto prelievo del Postamat, una data certa ancora non c’è, fanno sapere i vertici di Poste Italiane. «Le operazioni necessarie alla ricostruzione del terminale e dell’assetto interno, sono state rallentate per non dire congelate per diversi mesi a causa dell’emergenze Coronavirus che ha fermato tutte le attività, compresi i cantieri e le opere di manutenzione».

Le richieste dai cittadini

In molti coloro che nei mesi precedenti lamentavano l’assenza, non tanto di un ufficio postale, essendo rimasti operativi quelli delle due frazioni di Ponte San Marco e Calcinatello, ma l’assenza di uno sportello automatico che permettesse le operazioni basilari di prelievo o caricamento contanti. I vertici di Poste Italiane hanno fatto sapere però di essere in procinto di riaprire l’ufficio di via Solferino, mentre per il Postamat sarà necessario attendere la fine del cantiere, ripreso solo pochi giorni fa. Smentite anche le indiscrezioni su un possibile smantellamento dell’ufficio di Calcinato, che invece rimarrà operativo a tutti gli effetti. “Non è ancora stato possibile ripristinare  lo sportello – fa sapere in una nota il responsabile per le comunicazioni – a causa delle difficoltà nella programmazione e realizzazione dei lavori nel periodo dell’emergenza sanitaria Covid19.

L’esplosione all’inizio di febbraio

La cassa automatica infatti risulta chiusa dai primi di febbraio, quando un assalto esplosivo nella notte tra il 2 e il 3 febbraio, aveva fatto saltare la struttura provocando danni per oltre 20mila euro. (…) L’articolo completo in edicola con Montichiariweek e Gardaweek o in edizione digitale sfogliabile

Top news regionali
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia