CASTEGNATO

Lo chef Gianmario Portesani riporta in auge il casoncello castegnatese

La sua produzione si inserisce all'interno di un'importante progetto sociale portato avanti con il Gruppo Impronta.

Lo chef Gianmario Portesani riporta in auge il casoncello castegnatese
Cronaca Sebino e Franciacorta, 12 Marzo 2021 ore 07:32

Dedicato a San Vitale, nacque nel 1904 in una storica trattoria di Castegnato. Ora il casoncello viene prodotto artigianalmente all'interno della Cascina Cattafame.

Lo chef Gianmario Portesani riporta in auge il casoncello castegnatese

Si definisce "uno degli ultimi romantici" ed effettivamente c’è della poesia e della nobiltà d’animo nella proposta di Gianmario Portesani.

Classe 1967, nativo di Brescia ma residente da 27 anni a Castegnato, sta riportando in auge il tradizionale casoncello castegnatese all’interno di un progetto di inclusione giovanile.

Dopo importanti collaborazioni con ristoranti blasonati della città, Portesani è ora in forza a Cascina Cattafame, facente parte di Comunità Impronta del Gruppo Fraternità di Ospitaletto. Qui, con la sua giovane brigata, sta recuperando un prodotto tipico con una storia di oltre 100 anni.

 

La versione completa nell'edizione di ChiariWeek in edicola da oggi, venerdì 12 marzo.

Necrologie