Liquame nero direttamente nel lago di Garda

Liquame nero direttamente nel lago di Garda
Cronaca 06 Agosto 2017 ore 12:11

Liquame nero versato direttamente nel lago di Garda.

E' successo ieri mattina alla spiaggia del Prà a Tignale. Quando davanti ai bagnanti increduli un'autocisterna in contromano sulla Gardesana accompagnata da un addetto dell'Anas ha effettuato lo sversamento nel lago.

I bagnanti sono scappati immediatamente dalla spiaggia.

La denuncia è stata fatta da Legambiente, che ha precisato: «C’è da chiedersi se sia lecito sversare liquidi di dubbia provenienza che possono avere carichi batteriologici importanti o sostanze nocive alla salute dell’uomo e all’ecosistema del lago. Qualsiasi liquido va trattato separatamente e conferito in appositi siti, sicuramente non nel lago e sicuramente non si fa una buona propaganda agli splendidi lidi dell’alto lago di Garda».

 

AGGIORNAMENTO. 

Il sindaco Franco Negri, dopo la denuncia di Legambiente, ha pubblicato la seguente nota. 

«A seguito delle notizie apparse oggi sui quotidiani in merito allo sversamento a lago di materiale da parte di una autobotte Anas abbiamo verificato che si tratta semplicemente di materiale di pulizia caditoie stradali. Quindi sabbia e terra. L'intervento agli scarichi acqua da parte di Anas si è reso necessario al fine di evitare problemi di intasamento e allagamento stradale in previsione delle imminenti abbondanti piogge. Certo le modalità di sversamento potevano essere concordate e meno impattanti; sta di fatto che l'amministrazione comunale si riserva ogni azione anche legale nei confronti di chi ha effettuato l'intervento come pure di chi ha diffuso notizie senza una minima verifica, causando un evidente danno d'immagine alla comunità tignalese».“


Necrologie