Menu
Cerca
BEDIZZOLE

«L’ho uccisa e mi dispiace: è la prima e l’ultima volta»

Si è tenuta ieri, giovedì 25 marzo 2021, in Assise la seconda udienza del processo a carico di Andrea Pavarini, accusato di aver ucciso il 25 gennaio 2020 la 39enne Francesca Fantoni nel Parco dei Bersaglieri di Bedizzole.

«L’ho uccisa e mi dispiace: è la prima e l’ultima volta»
Cronaca Bassa, 26 Marzo 2021 ore 08:22

«L’ho uccisa e mi dispiace: è la prima e l’ultima volta».

Si è tenuta ieri, giovedì 25 marzo 2021, in Assise la seconda udienza del processo a carico di Andrea Pavarini, accusato di aver ucciso il 25 gennaio 2020 la 39enne Francesca Fantoni nel Parco dei Bersaglieri di Bedizzole.

Dopo aver «mancato» la prima udienza a causa di una quarantena Covid, Pavarini si è presentato ieri in aula davanti al Pubblico Ministero, ai legali e ai teste. In apertura di udienza ha dichiarato volontariamente di aver ucciso Francesca e di dispiacersene. «Ho commesso io il reato – ha dichiarato – e mi dispiace per quello che è successo. Tutti fanno cavolate (altro termine, ndr), gli stranieri vengono in Italia e ne fanno tante. Io ho fatto questa che è la prima e l’ultima».

Le testimonianze

Tante le testimonianze struggenti in merito alla tragedia. Dalla sorella Elisa che ha raccontato di aver conosciuto Pavarini meno di un anno prima, il quale ci aveva provato anche con lei (e aveva ricevuto un secco rifiuto), fino al racconto della ex compagna dell’uomo, che lo aveva atteso in auto con la figlioletta di pochi mesi nella serata dell’omicidio in quanto l’uomo non aveva la patente. Tra le testimonianze anche la barista che per ultima aveva visto Andrea e Francesca allontanarsi in direzione giostre e Parco dei Bersaglieri e che lo aveva poi visto tornare da solo, sporco di fango e graffi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli