Cronaca

L'eroe Chiassi si rivolta nella tomba

L'eroe Chiassi si rivolta nella tomba
Cronaca Montichiari, 31 Maggio 2017 ore 10:28

Gli errori a Castiglione delle Stiviere sono di casa, come accade in tutte le buone famiglie. Sulla base della statua dell'eroe garibaldino Giovanni Chiassi è possibile leggere che il patriota è morto il 21 luglio del 1866, ed è nato il MDCCCXXXII e cioè, tradotto dal numero romano, nel 1832.

In realtà Chiassi, come si legge nei libri di storia, è nato a Mantova il 15 gennaio del 1827, «rampollo di un'agiata famiglia da poco trasferitasi a Mantova e proveniente da Castiglione delle Stiviere». Nel 1848 combattè a Governolo nel corso della prima guerra d'indipendenza, a 21 anni (ne avrebbe avuti solo 16 se fosse nato nel 1832 come recita il monumento a Castiglione). A Chiassi, «morto alle 10.30 del mattino del 21 luglio in Bezzecca, per grave ferita al petto riportata combattendo strenuamente», è stata conferita la medaglia d'oro al valor militare alla memoria e anche la medaglia d'argento al valor militare perché «si distinse per valore e ottime disposizioni, e per costanza grandissima in posizioni aspre, sotto il fuoco nemico».

L'errore sulla statua di Castiglione risale a quando, nei primi anni del 2000, il monumento fu spostato e sistemato dopo i lavori di rifacimento della scalinata. In quell'occasione fu affissa la nuova targa. L'errore nacque dall'aver sostituito la V (il 5 in romano) con la X (il 10 in romano): la data corretta, 1827, sarebbe MDCCCXXVII, mentre quella sbagliata sul marmo è MDCCCXXXII e cioè 1832. In tutti questi anni, però, nessuno ha provveduto a correggere questo errore sulla statua di uno dei grandi eroi garibaldini di Castiglione.


Necrologie