Cronaca
lettera del presidente

Le Vignette Virali di Consoli arrivano a Mattarella, che manda i suoi complimenti

"Desidero rivolgerle i complimenti per l'ironica immagine che esprimono le sue vignette". Firmato Sergio Mattarella.

Le Vignette Virali di Consoli arrivano a Mattarella, che manda i suoi complimenti
Cronaca Sebino e Franciacorta, 11 Gennaio 2021 ore 18:53

Un messaggio che ha lasciato l'iseano classe 1995 a bocca aperta. Oggi il postino ha recapitato a Michele Consoli, autore delle Vignette Virali sul primo lockdown, una lettera con i complimenti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Grande riconoscimento per una passione che Michele coltiva fin da giovanissimo.

Le Vignette Virali arrivano a Mattarella, che manda i suoi complimenti

Sono virali perché narrano dei fatti del lockdown da marzo a maggio. Ma sono virali anche perché, durante la quarantena (e non solo), hanno fatto il giro del web, arrivando perfino all'attenzione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, cui l'autore ha inviato copia della raccolta pubblicata nelle scorse settimane e dal titolo Vignette Virali.

Il nuovo volume di vignette satiriche di Michele Consoli, classe 1995 di Iseo che, con questo nuovo libro, ha raggiunto quota tre pubblicazioni dei suoi lavori, narra con piglio ironico del diario della quarantena degli italiani. A ogni giorno di lockdown corrisponde una vignetta e Consoli, come già aveva sapientemente fatto con la politica iseana degli ultimi anni, ogni volta sa centrare il tema, la questione, il fulcro del dibattere, il fatto e i fatti che hanno animato da marzo a maggio l'opinione pubblica e dato di che scrivere alla stampa.

Oggi il postino ha suonato al campanello di casa Consoli, a Iseo, e ha recapitato al giovane vignettista una lettera proveniente dal Quirinale a firma di Sergio Mattarella, che ringrazia per il volume ricevuto, fa i complimenti all'autore e rinnova i suoi auguri di buon anno, nella speranza che sia migliore di quello appena chiuso.

Una raccolta di vignette sulla quarantena

"E’ la mia prima raccolta di vignette che non tratta di politica locale - ha spiegato l’autore - Sono disegni spontanei e spartani che vanno dall’8 marzo al 4 maggio, cioè interessano l’intero periodo del lockdown. Dato che tutto era chiuso mi sono dovuto arrangiare con quello che avevo in casa, dando fondo alle riserve di carta. Anche all’interno della raccolta ho volutamente lasciato il grigiastro dei fogli, per dare un segno di precarietà. Ricordo che la figlia di Micio Gatti mi aveva portato due pastelli rosa in soccorso estremo durante la quarantena".

Nelle Vignette virali non mancano il premier Giuseppe Conte, il governatore della Lombardia Attilio Fontana, il collega campano Vincenzo De Luca, il Presidente Sergio Mattarella e i Salvini e Renzi di turno. Nei 58 disegni di Consoli, che hanno attirato nei mesi del lockdown un folto pubblico, sono sintetizzate milioni di parole, di battute e di indignazioni. "La speranza è che, alla fine della pandemia, potremo festeggiare riguardando queste vignette con ironia e ridendoci su", ha concluso.

Il giovane iseano in estate ha già esposto i suoi lavori a Marone e a Toscolano Maderno.

Necrologie