Cronaca
Incendi

Le valli bresciane in fiamme da giorni, interviene il Codacons

Il fuoco non sembra proprio voler concedere una tregua.

Le valli bresciane in fiamme da giorni, interviene il Codacons
Cronaca Brescia, 07 Febbraio 2022 ore 10:38

Le fiamme divampano nel Bresciano e sembrano non voler dare tregua, sul disagio creato a tal proposito è intervenuto il Codacons.

Escalation di incendi

Il 24 gennaio scorso le fiamme in Maddalena, sul versante che dà sulla Bornata. Il 17 gennaio un altro incendio sempre in Maddalena. Ieri (domenica 6 febbraio) fiamme in Valcamonica dove per motivi ancora da appurare, ma probabilmente legati a un focolaio rimasto latente alcuni giorni, si è riacceso l’incendio che aveva distrutto circa 200 ettari di bosco tra Forno Allione di Berzo Demo e Novelle di Sellero Le valli bresciane stanno vivendo un momento difficile: sono andati in cenere almeno 500 ettari tra boschi e pascoli. Terreni sui quali non si potranno raccogliere funghi e frutti di bosco, dove vacche, ovini e caprini non potranno pascolare. In molti casi ad accendere i roghi è stata la mano dell’uomo, per interessi personali, per bracconaggio oppure per ledere altre persone. Resta da capire se questi episodi siano collegati, e quali siano i motivi effettivi che li hanno generati. La zona boschiva in questo periodo è molto secca ma, come commentava un esperto operatore nei giorni scorsi, «nulla avviene per caso».

Roghi dolosi

Il Codacons fa esposto alla Procura della Repubblica di Brescia per ipotesi di roghi dolosi, per i gravissimi rischi per la collettività e per il danno ambientale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie