Lavori al Santuario grazie alla generosità degli Alpini

L’intervento era ormai improrogabile visto il forte degrado delle coperture che causava copiose infiltrazioni di acqua piovana all’interno.

Lavori al Santuario grazie alla generosità degli Alpini
Sebino e Franciacorta, 24 Febbraio 2019 ore 15:00

Un intervento necessario quello effettuato in questi giorni.

Lavori al Santuario grazie alla generosità degli Alpini

Sono stati eseguiti nei giorni scorsi lavori di messa in sicurezza delle coperture (tetti) delle navate laterali del Santuario della Madonna di Lourdes di via Santissima Trinità di proprietà della Parrocchia di Santa Maria Assunta di Palazzolo. Solo grazie alla generosità e sensibilità del Gruppo Alpini di Palazzolo è stato possibile effettuare i lavori, coordinati dall’ingegnere Carlo Bonari di Palazzolo. Gli Alpini, guidati dal capogruppo Mario Simoni, si sono infatti resi disponibili, attraverso una donazione alla Parrocchia.

I dettagli dell'intervento

L’intervento, ormai improrogabile visto il forte degrado delle coperture che causava copiose infiltrazioni di acqua piovana all’interno e fortemente voluto dal nuovo parroco don Paolo Salvadori, è da considerarsi un “tampone” onde arginare una situazione di deperimento tale da compromettere la normale attività all’interno dell’edificio sacro. L’intervento di messa in sicurezza in urgenza, per il momento unico iter previsto ed autorizzato dalla Curia di Brescia e dalla Soprintendenza, è consistito nell’incapsulare tutte le coperture delle navate laterali con cellophane, utilizzando per la posa una piattaforma aerea da 18 metri. Questi lavori prioritari sono dunque serviti per arginare il degrado in attesa di un più oneroso intervento di manutenzione straordinaria. Intervento, quest’ultimo, ad oggi non ancora progettato e pertanto nemmeno autorizzato. Difficile ipotizzare una tempistica di sistemazione dei tetti del Santuario, soprattutto a fronte della indisponibilità economica della Parrocchia e di altre priorità e problematiche riguardanti chiese ed immobili parrocchiali.

TORNA ALL'HOMEPAGE

Necrologie