Menu
Cerca

L'assassino di Nadia non ricorda nulla

L'assassino di Nadia non ricorda nulla
Cronaca 25 Gennaio 2017 ore 17:43

Non ricorda nulla, l'assassino di Nadia Pulvirenti. Queste le uniche parole nelle due ore di interrogatorio scandito da lunghissimi silenzi. Il 54enne di origine marocchina arrestato per l'omicidio della sua terapista psichiatrica le ha inferto oltre dieci coltellate, sulle braccia e sul petto.

Da dieci anni l'uomo frequentava la struttura protetta nel cuore della Franciacorta. Secondo la giustizia italiana era ritenuto un soggetto pericoloso, per questo era sottoposto a diverse misure di sicurezza, avendo peraltro alcuni precedenti. 

Soffriva di gravi problematiche psichiatriche e ovviamente seguiva un protocollo farmacologico. Secondo la difesa l'uomo non voleva darsi alla fuga, ma consegnarsi al comando dei carabinieri, poco prima di essere fermato dagli stessi agenti con i vestiti imbrattati di sangue.

Domani sarà nuovamente interrogato all'interno del carcere.  


Necrologie