Delitto Bani

L’assassino di Daniela è in carcere in Tunisia

Il Ministero ha risposto all'appello lanciato dalla madre della palazzolese uccisa dal marito nel 2014.

L’assassino di Daniela è in carcere in Tunisia
Sebino e Franciacorta, 27 Agosto 2020 ore 19:58

Dopo mesi di silenzio e attesa per la famiglia Bani, è arrivata la conferma del Ministero, seppur in via informale. Mootaz Chaanbi, condannato in contumacia a trent’anni di reclusione per l’omicidio di Daniela Bani, giovane mamma palazzolese, è tuttora dietro le sbarre.

L’assassino di Daniela è in carcere

Chaanbi è stato arrestato a gennaio 2019 in Tunisia, dopo una latitanza durata ben cinque anni. E’ stato condannato in contumacia a trent’anni di reclusione per l’omicidio della moglie Daniela Bani, commesso nel 2014. Tuttavia, dopo l’arresto Giusy Ghilardi, la mamma di Daniela, non ha più avuto notizie sulla sorte dell’uomo che ha ammazzato sua figlia, neppure la conferma che fosse effettivamente detenuto in carcere.

L’appello di mamma Giusy

A seguito dell’iniziativa #AppelloperDaniela, intrapresa a giugno dalla Rete AlternAttiva in stretta collaborazione con la famiglia Bani e la rappresentante territoriale Unavi (Unione nazionale vittime) Silvia Lancini, le conferme stanno finalmente arrivando. Con una nota della Direzione generale Affari Internazionali e della Cooperazione Giudiziaria Internazionale, firmata da Gianfranco Criscione, il Ministero della Giustizia ha comunicato che”in virtù della convenzione bilaterale tra i due Paesi è stata presentata per via diplomatica il 28 febbraio 2019 la richiesta di perseguimento penale”. E tramite l’Ambasciata d’Italia a Tunisi è stato possibile acquisire l’informale notizia che Chaanbi è tuttora detenuto in carcere e che non gli è consentito l’uso di telefono personale.

“Mostrato il volto umano dello Stato”

Per mamma Giusy la sensibilità e l’attenzione dei funzionari delle autorità interpellate ha mostrato “il volto umano dello Stato”. Soddisfazione da parte del presidente della Rete AlternAttiva Omar Legrenzi e dall’avvocato Silvia Lancini per il risultato raggiunto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia