Cronaca

Lasciato agonizzante sull’asfalto: muore 48enne

Lasciato agonizzante sull’asfalto: muore 48enne
Cronaca Montichiari, 03 Luglio 2017 ore 09:45

E’ stato travolto da un’auto pirata mentre tornava a casa in sella al suo motorino. Dopo l’incidente, è stato lasciato agonizzante sull’asfalto. Costantin Popica aveva solo 48 anni, e per lui i soccorsi non sono valsi a nulla.

Una tragedia, avvenuta in strada Ghisiolo, che lascia senza padre due bambini, e vedova la moglie che lo attendeva a casa, attorno alla mezzanotte di sabato.

Il conducente di un Opel Astra Sw, sotto choc, secondo quanto raccontato ai militari, trovatosi di fronte il ciclomotore, si è scontrato contro lo stesso senza poterlo evitare, vista anche la strada non illuminata. Dietro di lui un’altra auto, probabilmente quella che ha chiamato i soccorsi, testimone dell’incidente dell’Opel. Nessuno di loro però ha travolto l’operaio rumeno, il cui corpo si trovava già a metri di distanza prima ancora dell’arrivo delle auto, ma hanno solo tamponato il mezzo che si trovava già al centro della carreggiata.

La dinamica quindi, ancora da accertare, potrebbe essere quella che l’uomo possa essere morto per un gravissimo trauma toracico che difficilmente potrebbe essere stato causato da un tamponamento. È molto più probabile che sia stato un urto frontale ad ucciderlo, causato da una precedente auto che poi è fuggita. Ed è proprio questa l'ipotesi più accreditata.

I vigili del fuoco, intervenuti insieme ai carabinieri di Bigarello stanno indagando per dare un nome e un volto a chi ha investito l'operaio per poi lasciarlo morire in strada.

Ora la vittima si trova nelle camere mortuarie dell'ospedale di Mantova, in attesa delle decisioni del magistrato.


Necrologie