L’analisi di Demoskopica sugli spiati tra 2009 e 2014

L’analisi di Demoskopica sugli spiati tra 2009 e 2014
11 Ottobre 2016 ore 15:53

Sono Campania, Lombardia, Sicilia, Lazio e Calabria le regioni maggiormente spiate con all’attivo oltre 450mila intercettazioni telefoniche autorizzate che avrebbero “spiato” circa 1,8 milioni di persone dal 2009 al 2014: 490mila persone in Campania, 395mila in Lombardia, 360mila in Sicilia, 305mila nel Lazio e 250mila in Calabria. Ben 9 su 26 i distretti “più caldi”, dove si è concentrato il 70% del dato complessivo delle intercettazioni: Napoli, Roma, Milano, Palermo, Reggio Calabria, Torino, Firenze, Bologna e Cat a n ia. È quanto emerge dalla Nota scientifica “Il Grande Orecchio della giustizia in Italia. Intercettazioni e costi nei distretti italiani” rea l i zz at a da l l’istituto Demoskopika che ha analizzato i dati del Ministero della Gi u st i z ia. Dal 2009 al 2014 il numero dei bersagli, come vengono chiamate in gergo le utenze controllate, ha superato significativamente la soglia degli 800mila casi con un incremento, nel periodo considerato, pari al 4,1%. Un “Grande Orecchio” messo in campo dalla giustizia italiana che avrebbe, nel periodo considerato, posto in ascolto circa 3 milioni di italiani con una stima media annuale che coinvolgerebbe almeno 490mila individui. 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia