L'acqua del lago di Iseo secondo Acque Bresciane

Interventi di prevenzione, investimenti, ma soprattutto la criticità della situazione ambientale.

L'acqua del lago di Iseo secondo Acque Bresciane
Sebino e Franciacorta, 25 Gennaio 2019 ore 11:37

Come sta il lago di Iseo?è stata la domanda a cui i tanti relatori della conferenza, organizzata dalla società Acque Bresciane, di giovedì sera, hanno cercato di rispondere.

Un excursus tra geologia, criticità ambientali e un ambizioso progetto con l'Università di Brescia. Presenti alla conferenza anche, il sindaco di Iseo Riccardo Venchiarutti, il presidente di AB Gianluca Delbarba, Andrea Ratti vice presidente provincia di Brescia, Gabriele Archetti presidente Fondazione Cogeme, Fabio Buzzi Arpa.

Il "Progetto Iseo"

Una collaborazione tra Università degli studi di Brescia e Acque Bresciane, che ha permesso di realizzare un’analisi congiunta del funzionamento del tratto di collettore circumlacuale sulla sponda bresciana.

Il progetto coordinato dal prof. Marco Pilotti, ha permesso di identificare e quantificare gli effetti sinergici sulla qualità dell'acqua delle pressioni locali, tra cui quelle derivanti dai collettori fognari posizionati lungo la sponda bresciana e quella bergamasca.

Il collettore di Paratico

A che punto è il collettore di Paratico? A quanto è stato ipotizzato dal direttore tecnico Marco Olivieri di Acque Bresciane, i lavori si concluderanno per l'estate 2019. Un depuratore che soddisferà le esigenze di depurazione di tutto il sistema di collettamento intercomunale a cui afferiscono 26 comuni delle provincie di Brescia e Bergamo. Anche se qualche dubbio sulle scelte tecniche ci sono. Si tratta di un'opera di 8 milioni di euro.

Il servizio completo e approfondito sull'argomento sarà sul numero del Chiariweek di venerdì 1 febbraio.

TORNA ALLA HOME

Necrologie