Cronaca
Sponsorizzato

La solvibilità della CSC Compagnia Svizzera Cauzioni e Fidejussioni per il settore rifiuti

La solvibilità della CSC Compagnia Svizzera Cauzioni e Fidejussioni per il settore rifiuti
Cronaca 02 Maggio 2022 ore 05:00

Il riciclo chimico mediante la tecnologia waste to chemicals rappresenta una soluzione tecnologica che permette di chiudere il ciclo recuperando i rifiuti plastici e secchi non riciclabili meccanicamente. La tecnologia consente di trasformare il carbonio e l’idrogeno contenuti in questi rifiuti per ottenere molecole re-impiegabili come elementi di partenza per nuovi prodotti o carburanti sostenibili. Si tratta di una tecnologia presentata alla nostra società svizzera CSC Compagnia Svizzera Cauzioni e Fidejussioni da parte di produttori e fornitori dedicati che operano nel campo della chimica verde e della transizione energetica, in grado di valorizzare in modo più sostenibile quei rifiuti altrimenti destinati a termovalorizzazione o discarica.

Da diverso tempo la nostra azienda si occupa di sostenere tutti quei progetti d’impresa che hanno a cuore l’innovazione tecnologica a supporto della sostenibilità ambientale, come rappresentiamo dalla nostra attività a favore delle tecnologie di  smaltimento.

A partire da un processo preliminare di approfondita lettura ed interpretazione dei progetti e dei contratti da parte della nostra Compagnia Svizzera, vengono carpiti dagli esperti il funzionamento della tecnologia, che prevede la conversione chimica delle molecole di idrogeno, carbonio e ossigeno contenute in questi rifiuti in un gas di sintesi che è un prodotto chimico particolarmente pregiato.

Una volta purificato può essere utilizzato tal quale, sostituendo anche in ambito industriale l’utilizzo di fonti quale il carbone o il gas naturale, oppure trasformato in prodotti come etanolo, metanolo e idrogeno, che rappresentano elementi chiave per la transizione ecologica, potendo trovare impieghi per chimica di base, carburanti sostenibili e molti altri processi produttivi.

A differenza dei processi di termovalorizzazione dei rifiuti, queste soluzioni gestite dalla  CSC Compagnia Svizzera Cauzioni, permettono alle imprese di evitare di sforare i parametri delle emissioni di inquinanti in atmosfera e di ridurre complessivamente le emissioni di CO2 in atmosfera; la CO2 emessa dall’impianto di riciclo chimico è quasi esclusivamente una CO2 pura, che, anziché rilasciata in atmosfera, può essere liquefatta o compressa e impiegata per altri usi.

Anche la maggior parte delle imprese del settore che si rivolgono alla nostra società sono totalmente interessate al rispetto dei parametri ambientali e allo stesso tempo entusiaste dell’opportunità di trasformare lo scarto in qualcosa di utile per altri utilizzi, come gli scarti solidi che esitano i quali possono essere re-impiegati in ottica circolare.

Si tratta di residui vetrificati da frazione inerte, idonei come materia prima seconda in campo edile-civile, zolfo recuperabile nell’industria chimica e fanghi residui presenti nei rifiuti che vengono eliminati e poi mandati a smaltimento, una quota molto piccola. 

Un approccio circolare a tutto tondo che si può integrare anche con apposite consulenze industriali costruite su misura, come l’affidamento del servizio di smaltimento, la lavorazione degli scarti, la progettazione di appositi macchinari di recupero o infine la fornitura del prodotto chimico ottenuto dal riciclo.

CSC COMPAGNIA SVIZZERA CAUZIONI è già pronta a raccogliere queste nuove sfide, che vuole percorrere con la compartecipazione delle competenti autorità e delle aziende dedicate, degli esperti tecnici, dei professionisti del settore.

Fonte e a cura di: CSC Compagnia Svizzera Cauzioni

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie