Cronaca
il caso

La "soffiata" della segretaria di seggio: è polemica ad Azzano Mella

Il messaggio, contenente nomi di cittadini e parole poco lusinghiere per il candidato sindaco Ferrari, è stato inviato nella chat sbagliata suscitando polemiche

La "soffiata" della segretaria di seggio: è polemica ad Azzano Mella
Cronaca Bassa, 04 Ottobre 2021 ore 10:15

Ha inviato un messaggio vocale contenente informazioni su chi era andato a votare e chi no, ma anche parole non lusinghiere per il candidato sindaco di Azzano Mella, Matteo Ferrari, e alcuni simpatizzanti e componenti della sua squadra. Solo che l'audio della segretaria di uno dei tre seggi (poi cancellato) è finito nella chat sbagliata, suscitando diverse polemiche da parte della lista Azzano Ricresce,

La "soffiata" della segretaria di seggio

"Il contenuto è molto grave perché non solo si apostrofa in modo pesante la mia figura e alcuni componenti nella mia lista, ma viola in modo evidente anche la privacy in quanto si fanno i nomi di cittadini e famiglie che sono (o non sono) andati a votare: il tutto poi è stato divulgato da un pubblico ufficiale ed è arrivato al segretario comunale, che è responsabile dell'ufficio elettorale, e ai vertici dell'Amministrazione", ha chiosato Ferrari.

Ieri, dopo lo scoppio della polemica, il seggio è stato temporaneamente chiuso per fare verbalizzare il fatto, anche i Carabinieri presenti sono stati avvisati ed è stato chiesto l'allontamento della segretaria.

Progetto Futuro: "Una questione ingigantita"

La polemica, però, questa mattina sembra essere scemata. La segretaria "colpevole" di aver inviato il messaggio ha ripreso il suo ruolo, "nè il presidente di seggio nè le forze dell'ordine hanno ritenuto fosse necessario un intervento e il fatto non ha influito sulla votazione - ha ribattuto la candidata di Progetto Futuro, Giovanna Mainetti - A mio avviso la vicenda è stata ingigantita: inoltre il messaggio vocale in questione era chiaramente privato, inviato da casa e durante la pausa della cena, ed è finito erroneamente in un'altra chat. Riguardo al contenuto esatto non lo conosco, ma chi lo ha ascoltato mi ha riferito che non risulta vi siano offese. Se dovesse invece contenerle ovviamente mi dispiace ed esprimo la mia solidarietà".

 

Necrologie