Menu
Cerca
Atto ignobile in via Morelli - le reazioni

La politica (e non solo) condanna l’attacco al centro vaccinale

Sono intervenuti il presidente Alghisi, il sindaco Del Bono e gli esponenti regionali Beccalossi e Tironi.

La politica (e non solo) condanna l’attacco al centro vaccinale
Cronaca Brescia, 03 Aprile 2021 ore 17:44

Una bottiglia incendiaria, questa mattina, è stata lanciata contro il centro vaccinale di via Morelli, a Brescia. Un gesto tremendo, ma che per fortuna non ha avuto grosse conseguenze sulla struttura. Nel corso della giornata, in tanti sono intervenuti sui fatti.

La politica (e non solo) condanna l’attacco al centro vaccinale

Poco fa è intervenuto il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, che ha voluto esprimere piena solidarietà ad Asst di Brescia, ai lavoratori e ai volontari, per quanto di grave avvenuto questa mattina al punto vaccinale di via Morelli.

Ma non solo. Anche il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, ha condannato i fatti.

Un gesto sconcertante, incomprensibile e inaccettabile. Per ora non ci sono rivendicazioni e pare si sia trattato dell’azione di un singolo, resta però la gravità di un atto riprovevole, che ha colpito una struttura che si occupa di vaccini e tamponi, gestita dalla Protezione civile e dagli alpini, su suolo comunale. Attendiamo che le indagini facciano il loro corso per stabilire l’esatta dinamica dei fatti e individuare i responsabili, fortunatamente i danni sono stati limitati e non hanno compromesso l’attività del centro, che già da questa mattina è ripresa normalmente.
Ha ribadito il primo cittadino di Brescia. Fortunatamente, già dalle 9, sono ricominiciate le somministrazioni (dopo il lavoro di carabinieri e Vigili del fuoco), ma la vicenda ha scosso gli animi. E’ infatti davvero assurdo che in piena pandemia si verifichino anche questi attacchi. Immediatamente, già questa mattina presto, si era espresso anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.

L’intervento della Beccalossi

“Un gesto vigliacco e doppiamente grave perché colpisce un simbolo della sofferenza di Brescia e di chi ha perso i propri cari, della generosità dei suoi cittadini e della speranza che i vaccini stanno ridando a chi vede da mesi chiusa la propria attività economica. Se fortunatamente non si registrano danni alle persone e il centro vaccinale funziona regolarmente, resta la rabbia per un’azione spregevole e criminale, che tra l’altro ha colpito gli spazi mensa dove gli operatori e i volontari impegnati nelle vaccinazioni trovano un attimo di respiro. La speranza è che gli autori di questo vero e proprio attentato siano prontamente individuati dalle forze dell’ordine. Qualsiasi siano le motivazioni, sono certa che non ci sia bresciano che non si augurerebbe una punizione esemplare per questi idioti bastardi”.

Lo ha dichiarato Viviana Beccalossi, bresciana e presidente del Gruppo Misto in consiglio regionale commentando l’episodio avvenuto al centro vaccinale di via Morelli a Brescia, colpito questa mattina con due bottiglie incendiarie.

Il commento di Simona Tironi

Mai e poi mai avrei voluto aprire gli occhi e leggere una notizia simile. Non è un attacco a Brescia, ma a coloro che da più di un anno lottano per salvare vite umane!
Tra le mille difficolta e sofferenze, proprio non avrei mai voluto dover scrivere queste righe di solidarietà.
È una vergogna, ma non sarà questo gesto vile a fermarci.
Non ci facciamo intimidire.
Avanti tutta!

Ha invece ribadito la bresciana Simona Tironi, consigliere regionale e vice presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli