Cronaca
VILLA CARCINA

La multinazionale Timken chiude: 106 lavoratori perdono il posto

E' stato un lunedì 19 luglio di fuoco a Villa Carcina, in provincia di Brescia. La multinazionale Timken ha comunicato l'immediata chiusura del proprio stabilimento

La multinazionale Timken chiude: 106 lavoratori perdono il posto
Cronaca Brescia, 20 Luglio 2021 ore 08:05

La multinazionale Timken chiude: 106 lavoratori perdono il posto.

E' stato un lunedì 19 luglio di fuoco a Villa Carcina, in provincia di Brescia. La multinazionale Timken ha comunicato l'immediata chiusura del proprio stabilimento, lasciando di fatto a casa oltre cento lavoratori. Immediato l'intervento dei sindacati con Fiom Cgil che ha comunicato la notizia, mentre i lavoratori sono scesi in strada di fronte all'azienda con sciopero e presidio permanente:

«Di nuovo una multinazionale del settore #automotive, decide di licenziare, dopo la #GKN a #Firenze e la #GianettiRuote in Brianza - scrive Fiom Cgil -. La multinazionale #Timken di Villa Carcina di #Brescia questa mattina (lunedì, ndr) ha comunicato la chiusura immediata dello stabilimento senza neanche l’utilizzo degli ammortizzatori sociali. I 106 lavoratori sono già in sciopero e presidio permanente».

La solidarietà è arrivati da più fronti e lo stesso Governo si sta mobilitando per capire le soluzioni da poter presentare ai lavoratori. Secondo quanto trapelato, per tutti sarebbe stato un fulmine a ciel sereno: nulla negli ultimi mesi aveva portato a pensare ad una simile svolta.

Necrologie