CASTEGNATO

Il ministro Bonetti in visita al Regina Margherita, "eccellenza del territorio"

Bonetti si è complimentata per la struttura (e la sua gestione), spiegando le strategie del Governo a sostegno della famiglia e dell'educazione.

Il ministro Bonetti in visita al Regina Margherita, "eccellenza del territorio"
Cronaca Sebino e Franciacorta, 04 Settembre 2021 ore 08:15

Inaugurato nella serata di ieri, venerdì 3, il nuovo spazio giochi dell’asilo nido di Castegnato. Un'occasione per parlare di inclusività e premiare alcune persone che si sono distinte.

Il ministro Bonetti in visita al Regina Margherita, "eccellenza del territorio"

In visita nel territorio bresciano, nella serata di ieri il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha inaugurato il nuovo spazio giochi dell’asilo nido Fondazione Regina Margherita a Castegnato.
Un evento partecipato che ha visto la presenza di numerose cariche politiche locali (dal sindaco Gianluca Cominassi, la vice Patrizia Turelli, gli assessori ai consiglieri sia di maggioranza sia di minoranza), della consigliera regionale Simona Tironi,  del presidente Fism Brescia (Federazione Italiana Scuole Materne) Massimo Pesenti e di una nutrita platea di cittadini, genitori dei piccoli alunni e imprenditori.
Ad aprire l'incontro non poteva mancare il discorso d'introduzione del presidente della fondazione Dario Formenti, che ha illustrato quanto realizzato fino a oggi (soprattutto negli ultimi due anni) all'interno della struttura.

Investimenti sulla formazione del personale, su corsi propedeutici, per interventi di tipo strutturale e non solo.
È stato fatto davvero tanto, "grazie alla voglia di fare che ha sempre contraddistinto tutti coloro che gravitano attorno al Regina Margherita" come ha sottolineato Formenti.

Un momento importante

"Ho trovato tanta passione educativa e una comunità capace di mettere energie, risorse, innovazione a disposizione dei più piccoli e delle loro famiglie - ha dichiarato Bonetti - La mia presenza vuole comunicare l'impegno del Governo nei confronti delle nuove generazioni e dei nuclei familiari".
La ministra ha anche tenuto a fare un plauso alla scuola per l'attenzione riposta nei confronti della disabilità definendola "un esempio di eccellenza".

"È stato un piacere aver partecipato all’inaugurazione del nuovo spazio - ha aggiunto Tironi -
Le parole chiave sono state inclusione, perché anche i bambini disabili devono godere degli stessi diritti e piaceri dell’infanzia e dell’adolescenza, e formazione, fondamentale nei primi anni di vita del bambino.
Il dovere di noi istituzioni è quello di supportarvi, sempre. E Regione Lombardia farà la sua parte".

 

Da sinistra la ministra Bonetti, Tironi, Turelli e Cominassi

Il taglio del nastro

A suggellare l'inaugurazione del nuovo spazio esterno della scuola il tradizionale taglio del nastro.
"È un momento simbolo per la comunità e l'intero Paese - ha parlato Bonetti - Segno che si stanno aprendo nuove strade concrete. In un luogo come questo la speranza per la ripartenza si può incarnare".

Il taglio del nastro da parte delle autorità

Le premiazioni

A seguito degli interventi e del taglio del nastro, sul palco sono salite anche alcune persone attive nella fondazione, che il presidente ha ritenuto opportuno ringraziare per il lavoro svolto con una targa di riconoscimento.
Ecco i nomi:

  • Mario Pedretti, Giovanni Bolpagni e Giuseppe Ziliani: alpini che da anni si occupano delle manutenzioni interne
  • Fabrizia Andreoli: ex cuoca ora educatrice volontaria
  • Carmelo Di Grado: revisore dei conti recentemente andato in pensione dopo 25 anni di onorato servizio

 

Il servizio completo nell'edizione di ChiariWeek in edicola venerdì 10 settembre.

Necrologie