Chiari

La dispensa solidale compie 5 anni

In questi anni centinaia di famiglie residenti a Chiari ogni settimana hanno potuto ritirare dalla Dispensa borse e cassette di prodotti alimentari freschi, migliorando il proprio regime alimentare e godendo di prodotti sani e genuini.

La dispensa solidale compie 5 anni
Bassa, 06 Ottobre 2020 ore 19:30

Il 4 ottobre 2015, festa di San Francesco, giornata nazionale del dono, alla presenza del vice sindaco Maurizio Libretti e dell’allora assessore ai servizi sociali Lucia Baresi veniva inaugurata la Dispensa Solidale. Un servizio promosso in accordo e grazie ai servizi sociali del Comune.

La dispensa solidale compie 5 anni

Una iniziativa di rete associativa e di volontariato che, capofila le Acli, metteva insieme Caritas, San Vincenzo, Gruppo Nomadi, Chiari Servizi Srl, Cooperativa Cauto, Gruppo UNITALSI Chiari, C.A.V. Chiari, Auxilium,  e Comune di Chiari.

Lo scopo

Lo scopo? Distribuire alimentari freschi, soprattutto frutta, verdura, pane, alle famiglie economicamente fragili di Chiari; contrastare gli sprechi alimentari; avviare una utile sana operazione di recupero di alimenti freschi ancora buoni che altrimenti sarebbero andati buttati e macerati tra i rifiuti.

D’altronde si era nell’anno dell’esposizione universale di Milano, ed Expo Milano 2015 aveva a tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita!”.

L’anniversario

Lunedì 5 ottobre, i volontari e le volontarie della Dispensa Solidale hanno deciso di festeggiare i primi cinque anni di attività, distribuendo dei meravigliosi e buonissimi pan brioche, griffati a forma di cuore, nati dalle mani dell’amico fornaio di Briciole di Bontà. Forneria che in questi anni ha sempre affiancato la Dispensa Solidale donando al gruppo ogni settimana il pane rimasto invenduto. Uno dei prodotti maggiormente apprezzati dalle famiglie della dispensa.

In questi anni centinaia di famiglie residenti a Chiari ogni settimana hanno potuto ritirare dalla Dispensa borse e cassette di prodotti alimentari freschi, migliorando il proprio regime alimentare e godendo di prodotti sani e genuini. Ad oggi sono una cinquantina i nuclei familiari variamente composti, segnalati dai servizi sociali del Comune, che hanno accesso alla distribuzione alimentare della Dispensa. Fino a che il Covid non lo ha impedito, la Dispensa ha anche provveduto quotidianamente a recuperare e ridistribuire i pasti caldi non scodellati e non consumati nelle mense scolastiche del Comune.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia